Programma casa: i criteri per i fondi di garanzia in Piemonte

Torino – Sono stati approvati oggi dalla Giunta Regionale, su proposta dell’assessore all’Urbanistica e Politiche Territoriali, i criteri e le modalità per l’accesso e
l’erogazione dei Fondi di garanzia nell’ambito del «Programma Casa: diecimila alloggi entro il 2012».

I Fondi di garanzia sono diretti alla copertura delle rate di ammortamento dei mutui nei periodi di diminuzione del reddito del nucleo familiare, conseguente alla perdita del lavoro, alla
modifica dell’attività lavorativa o in caso di grave malattia.

Con riferimento al bando giovani possono accedere al fondo i soggetti che nella graduatoria, approvata con determina dirigenziale del 24 ottobre 2007, sono stati individuati quali finanziati e
nella domanda presentata per la partecipazione al bando hanno espresso l’opzione di avvalersi del fondo di garanzia.

Con riferimento agli alloggi realizzati in autofinanziamento, compresi in interventi più ampi di edilizia agevolata, possono accedere al Fondo di garanzia i soggetti che acquisteranno
alloggi realizzati da operatori che al momento della presentazione della domanda per l’ottenimento dei contributi per l’edilizia agevolata hanno espressamente richiesto di usufruire di tale
fondo; gli acquirenti al momento del compromesso o dell’assegnazione dell’alloggio devono possedere i requisiti per l’accesso all’edilizia agevolata.

L’intervento dei Fondi di garanzia risulta ammissibile esclusivamente qualora il reddito del nucleo familiare del richiedente, rilevabile annualmente, risulti inferiore del 30% del
corrispondente reddito percepito nell’anno precedente. L’importo massimo di mutuo sul quale può essere richiesto il fondo di garanzia è pari a 60.000 euro per alloggio per la
copertura di un limite massimo scoperto di 4 semestralità o di 24 mensilità nel caso di mutui con rate a scadenza mensile. L’erogazione complessiva a favore di ciascun
beneficiario non può superare l’importo di euro diecimila, compresi gli interessi di mora. L’intervento dei fondi di garanzia è gratuito e non è prevista la restituzione
delle somme erogate. I Fondi di garanzia non possono essere attivati dopo che sia iniziato il procedimento esecutivo per il recupero del credito.

Leggi Anche
Scrivi un commento