Olio per friggere, qual è il migliore? I consigli di OlivYou

Olio per friggere, qual è il migliore? I consigli di OlivYou

La frittura è croce e delizia di molti. E se da un lato la sua golosità è innegabile, è vero anche che molti la evitano però perché la considerano calorica e poco salutare, soprattutto per chi è già sono in sovrappeso. OlivYou, la più grande piattaforma e-commerce specializzata nella selezione e vendita di olio extravergine di oliva di alta qualità in cui è possibile trovare oltre 530 etichette d’olio da più di 100 produttori artigiani, ha deciso di approfondire la tematica, offrendo qualche utile spunto di riflessione sul migliore modo per friggere, ovvero utilizzando solo l’olio extravergine di oliva.

Grazie alla sua resistenza alle alte temperature, l’olio extravergine di oliva è il miglior olio per friggere. Il suo punto di fumo (temperatura quindi intorno alla quale si creano composti cancerogeni) è intorno ai 210°C. Inoltre, l’olio di oliva extravergine sembra avere una quantità di sostanze che servono non solo a preservare il sapore dell’olio stesso, ma anche a proteggere l’alimento con il quale viene in contatto.

Non tutti gli oli extravergini, però, sono uguali. Per una frittura delicata il consiglio è quello di utilizzare un olio leggero e morbido, un olio delicato, leggermente fruttato con sentori di oliva, nocciole, pinoli e mandorle. Un olio dal gusto principalmente morbido, con sensazioni appena percettibili di amaro e piccante. Oppure, all’occorrenza, possono essere utilizzati per friggere anche oli di oliva di maggior struttura ma già in fase di maturità avanzata. Oli che abbiano parzialmente perso quelle tipiche note di amaro e piccante che li contraddistinguono rendendoli più idonei per friggere.

Leggi Anche
Scrivi un commento