MARR, andamento delle vendite in recupero nella seconda parte dell’anno rispetto al primo semestre

MARR S.p.A. (Milano: MARR.MI) società leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione al foodservicedi prodotti alimentari e non-food, nel secondo semestre 2020, pur risentendo delle restrizioni sulle attività commerciali di ristorazione nell’ultima parte dell’anno, ha registrato un andamento delle vendite in recupero rispetto il primo semestre posizionando nell’intero anno i ricavi totali a oltre 1 miliardo e 70 milioni di Euro. In particolare nella seconda metà del 2020 i ricavi si sono attestati a circa 70% dello storico 2019, in recupero rispetto a circa il 60% del primo semestre e in miglioramento rispetto all’andamento del Mercato.

A tale miglioramento ha contribuito il terzo trimestre in cui si è assistito, nel momento in cui le condizioni l’hanno consentito, a una progressiva ripresa dei consumi fuori casa con vendite di MARR alla categoria dei ristoranti che nel mese di settembre hanno raggiunto e superato il 90% rispetto allo storico del 2019 associate anche ad un recupero della marginalità operativa. Il quarto trimestre, che era iniziato con una prima parte di ottobre sui livelli del terzo trimestre, è stato penalizzato dalle progressive misure restrittive sulle attività commerciali di ristorazione ovvero con il solo take awaye deliveryconsentiti, culminate con le limitazioni agli spostamenti durante le festività natalizie che è storicamente il periodo più importante del quarto trimestre per le attività di ristorazione.

Le performancesdi MARR nell’anno 2020 sono il risultato anche dell’approccio strategico di vicinanza al Cliente perseguito da MARR attraverso: i) la propria organizzazione commerciale, con la conferma dell’importanza del ruolo dei Tecnici Commerciali nel rafforzare, grazie alla propria professionalità e competenza, la relazione con il Cliente proponendo soluzioni di prodotto-servizio mirate alle esigenze del momento; ii) un insieme di strumenti anche digitali volti a supportare la rete di vendita nella relazione e nel fornire servizio per il Cliente; iii) un network logistico-distributivo modulato per garantire finestre operative e di consegna funzionali alle esigenze del Cliente.
Tra le iniziative al servizio del Cliente attuate, oltre all’ausilio fornito allo sviluppo di opportunità di business venutesi di volta in volta a creare per gli operatori (food-delivery, take away, etc), si rammentano anche quelle per la monetizzazione dei contributi governativi (es. gestione del “Bonus vacanze” e del “Bonus affitti”) e l’offerta di prodotti del territorio e del Made in Italy che, oltre a valorizzare le eccellenze alimentari italiane, è risultata funzionale all’ottenimento del “Bonus Filiera” conclusosi lo scorso 15 dicembre.
La vicinanza dell’organizzazione commerciale al Mercato ha permesso inoltre di attuare un approccio mirato nella gestione del credito volto al contenimento del rischio e a sostenere la ripresa dei consumi.

La corretta gestione del capitale circolante e la salvaguardia delle disponibilità finanziarie per affrontare la fase corrente e supportare la crescita, hanno permesso a MARR di disporre a fine 2020 di oltre 240 milioni di Euro di liquidità con un indebitamento finanziario netto nell’intorno di quello di fine 2019 che era stato pari a 196 milioni.

Nella prospettiva della crescita e del rafforzamento di MARR sul territorio, proprio in questi giorni si vanno ultimando i lavori per l’apertura, prevista ad inizio del secondo trimestre, di una nuova filiale a Catania, struttura destinata alla migliore copertura della Sicilia Orientale con conseguente incremento del livello di servizio offerto.

Il Mercato delle prime settimane di febbraio 2021, con la riapertura dei servizi di ristorazione al tavolo fino alle ore 18.00, ha evidenziato un significativo recupero di attività nei segmenti della ristorazione commerciale e collettiva (segmenti dello Street Market e del National Account) a conferma che i consumi alimentari fuori casa rimangono una voce di spesa importante per gli italiani.

In questo scenario MARR intende proseguire dando attenzione alle 5 priorità strategiche fissate fin dall’inizio della pandemia, ovvero: rafforzamento della liquidità; corretta gestione dei costi operativi; consolidamento della posizione di leadership; individuazione di nuove opportunità di business; ulteriore rafforzamento della propria posizione competitiva, a cui si aggiunge un’incrementata attenzione alle tematiche ESG. Tutto ciò con la consapevolezza che la ripresa della ristorazione fuori casa sia parte irrinunciabile dello stile di vita degli italiani nonché punto di forza dell’offerta turistica del Paese che premierà sempre di più gli operatori maggiormente strutturati che con organizzazione, professionalità e competenza si distingueranno per innovazione e servizio. Un contesto rispetto al quale MARR con la propria leadership e grazie alle proprie risorse, idee, competenze e strutture svolgerà un ruolo attivo verso il consolidamento del settore delle forniture alimentari al foodservice proseguendo nel percorso di rafforzamento della propria presenza sul mercato così come avvenuto anche nel corso dell’anno 2020.

Leggi Anche
Scrivi un commento