Lazio: Festa dell’Amatriciana… ecosostenibile

Lazio: Festa dell’Amatriciana… ecosostenibile

Rieti – L’Amatriciana diventa ecosostenibile. E’ quanto avverrà domani e domenica ad Amatrice (Ri), in occasione della 44/a edizione della Sagra dedicata ai famosi bucatini conditi
con pomodoro, peperoncino, pecorino e guanciale.

Un’Amatriciana ricordata da alcuni storici della cucina come il piatto del ‘fischio’, perché se si succhia con troppa frenesia il boccone, il bucatino, intriso di sugo, emette un fischio
non del tutto garbato ma di sicuro divertente.  

La novità di quest’anno proposta da Comune di Amatrice e Pro Loco nell’ambito di una sagra che mette a tavola in media 12mila persone è la scelta ecosostenibile, che prevede
l’utilizzo di prodotti a chilometri zero, in particolare l’olio, il guanciale ed il pomodoro prodotti ad Amatrice e dintorni, e di stoviglie in materiali biodegradabili.

Niente plastica, quindi, ma stoviglie che finiranno in compostiere con tutti gli altri residui organici, per realizzare ottimo compost per fertilizzare i campi. Per azzerare la plastica delle
bottiglie, invece, acqua alla spina naturale e frizzante degli erogatori Acquasì della Lorenzoni srl di Magliano Sabina, che ha già installato con successo una fontana pubblica in
paese. La  vede anche il decimo compleanno dalla nascita dell’iniziativa di realizzare il manifesto da artisti contemporanei. Il progetto, che ha visto la partecipazione anche di maestri
stranieri, quest’anno ha come protagonista uno scultore abruzzese, Clodoveo Masciarelli.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento