Lavoro, Coldiretti: al via il premio Oscar Green per l'innovazione

E’ stato presentato dal Delegato nazionale dei giovani della Coldiretti Donato Fanelli il concorso nazionale Oscar Green sull’innovazione che premia le imprese più originali e capaci di
testimoniare il contributo offerto dall’agricoltura alla società in termini di valore, sicurezza, fiducia e qualità della vita, Oscar Green è promosso da Coldiretti Giovani
Impresa per valorizzare e dare spazio all’innovazione in agricoltura.

L’obiettivo è quello di far conoscere ai cittadini e delle altre aziende agricole le esperienze vincenti di operatori che hanno saputo costruire progetti di impresa competitivi e allo
stesso tempo sostenibili, rafforzando il legame con il loro territorio d’appartenenza. Coldiretti Giovani Impresa vuole premiare le nuove idee in agricoltura, valorizzando quelle imprese
“giovani” (non solo anagraficamente!) che si sono maggiormente distinte in progetti innovativi e che possono fungere da modelli per gli altri imprenditori. “I giovani imprenditori agricoli di
Coldiretti guardano a un processo di crescita e di valorizzazione che sa mantenere le proprie radici ma con lo sguardo rivolto al futuro” ha affermato il delegato Nazionale dei giovani
Coldiretti Donato Fanelli nel sottolineare che “il concorso si propone di mettere al centro dell’attenzione e di connettere le realtà imprenditoriali più innovative e rigenerate,
di creare una rete di conoscenze e di comunanza di vision e valori, di mettere a disposizione modelli da imitare e replicare, adattandoli alla propria realtà territoriale”. Possono
partecipare al concorso “Oscar Green” tutti gli imprenditori agricoli, singoli o associati operanti sul territorio nazionale e di qualsiasi età che, all’interno del proprio percorso
imprenditoriale, abbiano sviluppato un’idea innovativa, che si rispecchi in una delle 6 categorie del premio. Le domande per la partecipazione possono essere presentate usando il link presente
sul sito www.coldiretti.it entro e non oltre le ore 24.00 del 29 febbraio 2008 mentre non sono ammesse domande in forma cartacea.

LE CATEGORIE DEL CONCORSO
1. Stile e cultura di impresa: Innovazione, creatività, originalità, competenza e capacità imprenditoriale sono il mix più dinamico per un’impresa di
successo.
2. Sviluppo locale: L’imprenditore agricolo contribuisce in modo determinante allo sviluppo complessivo del suo territorio. L’impresa agricola permette sempre più di migliorare la
qualità della vita dei cittadini, integrandosi con tutti i settori economici (artigianato, turismo) fino ad offrire servizi innovativi riconducibili a nuove forme di welfare (assistenza
agli anziani, agri-asili, fattorie didattiche).
3. Energia per il Futuro: L’agricoltura può contribuire in maniera significativa alla lotta contro il cambiamento climatico, producendo energia da fonti rinnovabili (ad esempio le
biomasse) e utilizzando nelle aziende tutte le fonti energetiche “pulite” disponibili.
4. Esportare il Territorio: Quando si esportano i propri prodotti all’estero si diventa ambasciatori della nostra agricoltura, che ha un valore inestimabile nel diffondere il Made in
Italy e la cultura del Bel Paese nel mondo.
5. Oltre la filiera: Sono molti, spesso troppi i passaggi dal produttore al consumatore. Questa categoria vuole premiare le imprese che hanno saputo innovare nel processo di
commercializzazione, costruendo nuove forme di filiera (ad esempio la vendita diretta) e razionalizzando le filiere esistenti, a vantaggio del consumatore.
6. Campagna Amica: Il consumatore e i suoi bisogni sono al centro dell’attenzione delle imprese agricole. Sta proprio nella capacità di rispondere alle esigenze di sicurezza
alimentare, qualità dei prodotti, protezione ambientale che emergono dei cittadini una preziosa chiave di successo per le imprese.

Leggi Anche
Scrivi un commento