Ischia Vintage, appuntamento con l’eccellenza

 

Il primo weekend di Novembre, come ormai tradizione, il Regina Isabella celebra le migliori espressioni del mondo del vino a livello internazionale, proponendo l’occasione unica
di poter degustare i prestigiosi prodotti di alcune aziende che rappresentano la storia delle regioni vitivinicole più famose.

Sabato 1 Novembre si svolgerà una cena con degustazione guidata da Ian Domenico D’Agata, Direttore dell’International Wine Accademy di Roma e co-curatore della
«Guida ai Migliori Vini d’Italia – D’Agata & Comparini», nonchè Miglior Giovane Giornalista italiano del vino nel 2007.

Saranno presenti importanti vignerons d’Oltralpe quali Domaine Georges Vernay con il Condrieu, uno dei più grandi vini bianchi al mondo; Domaine Weinbach, con i Riesling, i
Pinot Grigi, i Gewurtztraminer e i Pinot Bianchi più ricercati; Mas Amiel, con il ricercato Maury.

Questo straordinario vino da meditazione sarà protagonista di un dopocena eslusivo che abbinerà alcune preziose bottiglie degli anni ’60 – ’70 con raffinati
assaggi di cioccolato artigianale e sigari di produzione italiana.

Ospiti dell’edizione 2008 saranno inoltre alcuni rinomati produttori italiani quali Luciano Sandrone per le Langhe, i toscani Tenimenti Luigi D’Alessandro, e Ferrari,
marchio principe delle «bollicine italiane» nel mondo.

L’alto profilo della moderna cucina mediterranea proposta da Luigi Castagna, chef executive del Regina Isabella, saprà accostarsi armonicamente ai preziosi vini
contribuendo ad esaltarne qualità e caratteristiche organolettiche.

Ischia Vintage, rassegna nata dal desiderio di offrire agli amici del Regina Isabella un momento di piacevole convivialità e contemporaneamente un itinerario alla scoperta delle
raffinatezze enogastronomiche italiane e straniere, è guidata con entusiasmo da Giancarlo Carriero e Gaddo della Gherardesca.

Questa edizione dell’evento avrà come sostenitore d’eccezione Savills, storica società inglese di servizi immobiliari. Fondata nel 1855, Savills vanta uffici e
società affiliate in tutti i continenti; in particolare Savills Italy accoglie la clientela nelle sedi di Milano e Roma.

Paolo Teverini chiude la rassegna «Regina Isabella Gourmet» 2008

Venerdì 19 Settembre l’ultima serata della rassegna enogastronomica Regina Isabella Gourmet ha avuto come guest star il noto chef Paolo Teverini.

Dopo le giovani promesse della gastronomia del Sud Italia, alle quali ha offerto un’importante vetrina, l’Albergo della Regina Isabella ha concluso la terza edizione della
Rassegna Gourmet, curata da Luigi Cremona, con un protagonista d’eccezione: Paolo Teverini, chef stellato del «Ristorante Paolo Teverini» di Bagno di Romagna (FC).

Il dinamico chef toscano, sostenitore della Cucina Naturale, si può definire un «creatore di emozioni» perché si propone di suscitare piacere e
curiosità attraverso l’equilibrio e la leggerezza delle sue creazioni.

Il menu approntato per la serata al Regina Isabella ha puntato sul binomio innovazione e ricerca gastronomica; infatti alle tipiche specialità toscane, preparate in modo
tradizionale, si sono accostati i freschi profumi del Mediterraneo.

– Bon bon al latte di cocco e salmone affumicato
  Nero di chianina
  Testina di vitello in salsa verde
  Negroni solido
  Dubl Falanghina 2005 – Metodo Classico

– Insalata di funghi porcini
  Dubl Greco 2004 – Metodo Classico

– Crema di cavolfiore e tartufo nero scorzone
  Dubl Greco 2004 – Metodo Classico

– Ravioli di zucchine e acciughe su succo di pomodoro fresco e basilico
  Pietracalda 2007 – Fiano di Avellino DOCG

– Trancio di pezzogna con falso gazpacho e verdure di stagione
  Pietracalda 2007 – Fiano di Avellino DOCG

– Aspic di lamponi su gelatina al vino moscato passito
  Privilegio 2005 – Campania Bianco IGT

– Spuma di erba limone su granita ai frutti della passione e salsa alle fragole
Privilegio 2005 – Campania Bianco IGT

– Frutta essiccata
  Privilegio 2005 – Campania Bianco IGT

Ogni portata è stata abbinata ai vini dell’azienda I Feudi di San Gregorio e all’Acqua Filette, prestigiosi partner delle Summer Dinners 2008.

La cena, si è svolta presso il Ristorante Sporting, vera e propria terrazza sul mare del Regina Isabella.

Vignerons presenti all’evento 2008

Francia

Domaine Georges Vernay

L’azienda Domaine Georges Vernay proporrà in degustazione uno dei più grandi vini al mondo, il magico vino bianco del Rodano, il Condrieu. Georges Vernay si
adoperò negli anni 50 per aumentare gli ettari coltivati del particolarissimo vitigno Viognier da cui si ottiene questo vino, difficile e costoso da lavorare. La sua opera oggi
viene portata avanti dalla figlia Christine, enologa bravissima e riconosciuta «Signora del Viognier», e da suo marito Paul Amsellem, che hanno portato l’azienda ad
essere considerata fra le cinquanta migliori del mondo, con vini capaci di spuntare prezzi da capogiro.

Domaine Weinbach

Dal cuore dell’Alsazia la Domaine Weinbach, una tenuta in mano alle donne. Dopo la morte prematura del marito Theo, Colette Faller si è rimboccata le maniche e con le due
figlie Catherine e Laurence ha saputo creare quella che viene considerata da tutti gli esperti una delle più importanti aziende vitivinicole del mondo. I suoi vini, una sequenza
di Riesling, Pinot Grigio, Gewurztraminer e Pinot Bianco Sylvaner, sono ricercati dagli appassionati di ogni paese.

Mas Amiel

Il Maury, un fantastico vino da meditazione verrà proposto dal suo miglior produttore, la Mas Amiel. Una tenuta antica, fondata da Jean Amiel nel 1816 e poi acquistata da Olivier
Decelle nel 1999, è oggi un modello per tutti coloro che aspirano alla produzione di grandi vini da meditazione. Vino che ricorda sia il Porto sia il Recioto della Valpolicella,
ma molto più leggero e fine, accompagna splendidamente i dolci alla cioccolata, il cacao più nobile e i sigari. Molte vecchie annate, ancora oggi grandissime, testimoniano
la splendida capacità di invecchiamento di questi vini che, insieme a Olivier stesso e alla sua simpaticissima moglie, verranno degustati nel dopocena di Ischia Vintage con
bottiglie degli anni ’60 e ’70, ormai praticamente introvabili.

Italia

Ferrari

Un nome mito nel mondo del vino Italiano, che identifica «le bollicine» per tutti gli appassionati. Fondatore fu l’accorto Giulio Ferrari e fin dagli inizi erano in
moltissimi a richiedere i suoi vini. Vendette poi alla famiglia Lunelli che rese l’azienda una delle più importanti nel panorama della spumantistica mondiale, con il famoso
Giulio Ferrari Riserva, il Ferrari Perlé e il Perlé Rosé. Camilla Lunelli, splendida interprete dello stile della casa e vera «Signora delle Bollicine»,
sarà presente a Ischia Vintage per raccontare la storia e i vini di un’azienda che ci viene invidiata da tutti.

Tenimenti Luigi D’Alessandro

La città etrusca di Cortona sarà presente grazie all’azienda Tenimenti Luigi D’Alessandro. Massimo D’Alessandro è un architetto di fama mondiale
con la passione del vino e ha l’enorme merito di aver dimostrato al mondo intero le potenzialità di un territorio, quello di Cortona, in fatto di vino. Non solo, ne ha
anche evidenziato l’attitudine a dare qualcosa di magico con il vitigno syrah. Massimo D’Alessandro produce tre grandi vini, fra cui Il Bosco è forse quello
più noto, e sarà presente a Ischia Vintage per raccontare come ha saputo intravedere le grandi potenzialità di un territorio che erano invece sfuggite a tutti o
quasi.

Luciano Sandrone

Luciano Sandrone è uno dei venti più conosciuti produttori di vino italiano, precursore delle moderne tecniche di produzione del suo eccezionale Barolo, cui associa una
Barbera d’Alba tra le più buone ed un Dolcetto d’Alba tra i più gradevoli. I suoi vini sono ricercati in tutto il mondo e le vecchie annate sono molto ambite
alle aste.

Barbara, la figlia di Sandrone, sarà presente a Ischia Vintage e racconterà la magia delle Langhe e dei vini della sua azienda.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento