Feudo Verbumcaudo da simbolo di mafia a emblema del riscatto della Sicilia più autentica

Feudo Verbumcaudo da simbolo di mafia a emblema del riscatto della Sicilia più autentica

  Area Business, Padiglione Sicilia – 25 marzo ore 12.45

Palermo – Dopo un abbandono durato 25 anni feudo Verbumcaudo, simbolo della forza economica della mafia siciliana diventa uno strumento di produzione di qualità e di attrazione
agro-turistiche per la realizzazione della prima Banca vitivinicola siciliana.

A sancire la rinascita produttiva dei 150 ettari dislocati nel territorio di Polizzi Generosa è stato l’accordo, siglato lo scorso mese di gennaio, tra l’Assessorato Regionale per
l’Economia e il Consorzio “Sviluppo e legalita'” di San Giuseppe Jato, che di fatto amministrerà e gestirà i terreni e i fabbricati del feudo Verbumcaudo.

All’interno di questa accordo, in sinergia con l’Istituto Regionale Vini & Oli di Sicilia verranno realizzati due impianti per la produzione di olivi e di vino. La consulenza agronomica
sarà affidata ai tecnici dell’IRVOS che punteranno a realizzare nei prossimi anni la prima Banca Vitivinicola e Olivicola Siciliana. La presentazione del progetto sperimentale dell’IRVOS
sarà presentata domenica 25 marzo a partire dalle ore 12.45 presso l’area business del Padiglione Sicilia.

“Abbiamo scelto di ri-creare quell’ambiente naturale, per la vite e l’ulivo, due delle produzioni simbolo della dieta mediterranea nonché emblemi della migliore coltivazione agricola
made in Sicily – spiega Dario Cartabellotta, direttore generale IRVOS – perché la rinascita di un territorio deve partire della valorizzazione della migliori pratiche produttive che,
negli ultimi anni hanno contribuito a rifondare l’immagine della Sicilia nel mondo”.

Nei campi, la cui gestione sarà affidata al “Consorzio Sviluppo & Legalità”, l’IRVOS impianterà varietà autoctone di vite (Nero d’Avola e varietà a bacca
rossa e a bacca bianca tipiche del territorio) e di ulivo. Un parte degli impianti sarà dedicata alla creazione di una sorta banca genetica di tutte le varietà di vite e di ulivo
tipiche della Sicilia che consentirà di creare la selezione dei migliori cloni delle varietà autoctone.

Redazione Newsfood.com+WebTV

Leggi Anche
Scrivi un commento