Controlli in distilleria: gravi inesattezze riportate da alcune testate nazionali

L’Istituto Nazionale Grappa prende atto con rammarico delle gravi imprecisioni che sono state riportate da alcune testate nazionali in merito ai controlli del Nucleo Anti Sofisticazioni (Nas)
in una delle distillerie associate, in particolare si rammarica che alcune importanti agenzie di stampa e testate abbiano erroneamente riferito che «all’interno del reparto di produzione
di alcol destinato al consumo umano i militari hanno riscontrato gravi carenze igienico-sanitarie».

Infatti i magazzini contestati, con motivazioni tutte da verificare, non sono destinati alle vinacce per la produzione di alcol alimentare, ma a quelle per alcol per la carburazione. In termini
ancora più chiari: da questi magazzini si ricava solo alcol per motori che verrà usato esclusivamente come carburante. L’Istituto Nazionale Grappa tiene a sottolineare come il
settore della distillazione sia tra i più controllati in assoluto. Tutto il processo di produzione per uso alimentare è infatti sotto stretta sorveglianza delll’Agenzia delle
Dogane che verifica costantamente il prodotto dal punto di vista sanitario, analitico e fiscale.

Leggi Anche
Scrivi un commento