Casa, Scotti: «Mirabelli non sa leggere Bilancio»

Milano – «Evidentemente il consigliere Mirabelli ha difficoltà a leggere non solo il bilancio regionale, ma anche le stesse norme che dovrebbero essere di sua competenza
come quelle per la casa, appunto», l’assessore regionale alla Casa e Opere Pubbliche, Mario Scotti, replica cosi al consigliere del Pd, Franco Mirabelli.

«Innanzitutto – spiega Scotti – l’emendamento all’assestamento di bilancio che dà maggiore possibilità a Comuni e Aler di modificare il costo base del canone risponde ad una
precisa esigenza evidenziata, tra gli altri, dall’Anci e dalle organizzazioni sindacali e ha lo scopo di agevolare la negoziazione sul territorio».

«E poi – prosegue l’assessore – lo spostamento delle risorse dal 2008 al 2009 non è un taglio, ma una semplice variazione tecnica di risorse già programmate sia con gli
Accordi Quadro di Sviluppo Territoriale sottoscritti a gennaio 2008 per le nuove costruzioni a canone sociale e canone moderato, sia con i contratti di quartiere. Sono risorse che servono a
finanziare interventi il cui avvio dei cantieri è programmato per il 2009 e che spostiamo sullo stesso anno per evitare che vadano in economia».

«Sarebbe bene che Mirabelli – conclude Scotti – leggesse con maggior attenzione i provvedimenti regionali, dato che ormai mi sembra vano l’invito ad evitare le strumentalizzazioni».

Leggi Anche
Scrivi un commento