Birmania: quasi 4 mila morti e 3000 dispersi per il ciclone Nargis

Diventa sempre più drammatico, con il passare delle ore, il bilancio del ciclone Nargis che ha colpito la Birmania, secondo la televisione di Stato i morti sono quasi 4 mila, oltre 2.800
i dispersi per lo più nella regione della capitale Rangoon e di Irrawaddy.

Una situazione destinata a peggiorare tanto che secondo il ministero degli esteri della Birmania, i morti potrebbero essere 10 mila. Cinque le regioni devastate da venti a 240 km orari.
Centinaia di migliaia di persone sono rimaste senza tetto.

La gravità della situazione ha spinto la giunta militare a rinunciare al rigiso isolamento del regime e ad accettare aiuti internazionali, che, assicura l’Onu, partiranno subito, mentre
l’esercito thailandese ha annunciato l’invio di viveri e medicinali.

Leggi Anche
Scrivi un commento