Alto Adige: soddisfatti per l’autonomia di scelta nel campo delle biotecnologie

Alto Adige: soddisfatti per l’autonomia di scelta nel campo delle biotecnologie

Bolzano – L’Alto Adige accoglie con favore la libertà di scelta per gli stati membri Ue di consentire o meno la coltivazione di organismi geneticamente modificati (Ogm) sul loro
territorio.   

“Con questo orientamento l’UE cambia rotta rispetto alla posizione tenuta finora, che puntava a far passare gli OGM anche contro la volontà dei singoli Paesi”, sottolinea l’assessore
provinciale Hans Berger.

“Lo scetticismo crescente di Regioni e consumatori verso gli organismi geneticamente modificati – aggiunge Berger – ha indotto la Commissione UE a rivedere la sua politica in materia”. Un
documento interno alla Commissione UE presenta ora le prime proposte per il cambio di strategia: ruota attorno alla facoltà che verrebbe concessa ai singoli Stati membri di decidere
autonomamente sull’introduzione o meno di Ogm.

“Se questa proposta verrà confermata – spiega Berger -, cresce il peso delle nostre argomentazioni nel processo che dovrà portare alla decisione a livello nazionale perché la
Provincia di Bolzano gioca un ruolo centrale come coordinatrice delle Regioni in tema di transgenico”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento