Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

Vino rosso, nemico della carie: merito dei polifenoli

Rallenta la proliferazione dei batteri, riduce il pericolo per i denti

 

Bicchiere di vino rosso

Vino rosso, ma con moderazione: la bevanda può infatti proteggere i denti dalla carie.

Questo il messaggio di una ricerca del Consiglio Nazionale di Ricerca (Spagna), diretta dalla dottoressa Maria Victoria Moreno-Arribas e pubblicata sul “Journal of Agricultural and Food Chemistry”.

Bersaglio del lavoro, la carie: insieme ad altri problemi dentali, colpisce circa il 60% della poolazione mondiale. Il problema si aggrava di fronte ai biofilm: comunità di batteri che danneggiano i denti con placca ed acido.

In cerca di una soluzione, il team iberico ha condotto test in laboratorio, creando biofilm di batteri ed immergendoli poi in composti di vino rosso, vino rosso senza alcol, vino ed estratto di semi d’uva e acqua con 12% di etanolo.

Risultato, il vino in tutte le sue forme si è mostrato capace di rallentare la proliferazione e distruggere i batteri. E questo grazie ai polifenoli presenti nei semi e nell’uva.

Cauto ottimismo da parte degli studiosi: nonostante i risultati debbano essere confermati, è ragionevole pensare che un bicchiere di vino rosso possa aiutare la salute dentale. Ed, in futuro, pensare ad un rimedio anticarie più efficace degli attuali. Come ricorda la dottoressa Moreno-Arribas, contro i biofilm, acqua, spazzolino e dentifricio hanno effetto limitato. Miglior risultato coi colluttori, che però possono alterare le gengive e rovinare la percezione degli alimenti. Allora, un possibile futuro prodotto a base di vino rosso potrebbe essere la soluzione, capace tanto di tutela quanto di rispetto del cavo orale.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Exit mobile version