Urso: «piano promozione negli USA per tutelare Brunello di Montalcino»

Il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Adolfo Urso ha ricevuto oggi a Roma una delegazione del Consorzio Brunello di Montalcino, per affrontare insieme le questioni relative alle
esportazioni del vino nel mondo e, in particolare, negli Stati Uniti.

«Ci sono due aspetti su cui lavorare insieme» – ha spiegato Urso – «il primo è l’azione di politica commerciale da realizzare in sede europea e con gli Stati Uniti per
la tutela della produzione italiana. Il secondo riguarda la promozione del Brunello proprio nel mercato statunitense con una campagna che ne valorizzi l’immagine e sottolinei le qualità
di un vino che oggi resta il simbolo del made in italy nel mondo». «Negli Stati Uniti» – ha concluso Urso «le vendite del vino italiano sono aumentate del 7% nei primi 4
mesi del 2008. Questo nonostante le difficoltà dovute a un euro forte e un dollaro troppo debole, questo trend va supportato con iniziative promozionali specifiche che studieremo nelle
prossime settimane».

Con un giro d’affari di oltre 120 milioni di euro, 247 produttori e sette milioni di bottiglie vendute ogni anno per il 62% all’estero, il Brunello di Montalcino è considerato il simbolo
del vino italiano nel mondo. Il 25% della produzione totale di Brunello è assorbito dagli Stati Uniti, seguiti dalla Germania (9%), dalla Svizzera (7%), dal Canada (5%), dall’Inghilterra
e dal Giappone (3%). Una crescita si registra anche in mercati emergenti come sul fronte asiatico dove Cina, India e Corea hanno raddoppiato la domanda negli ultimi due anni.

Leggi Anche
Scrivi un commento