Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

Una Cuccagna per il Bitto della Valtellina – Milano, Martedì 21 giugno 2022

Una Cuccagna per il Bitto della Valtellina – Milano, Martedì 21 giugno 2022 – Consorzio di Tutela Valtellina Casera e Bitto

Casera e Bitto, due straordinari formaggi di montagna,  martedì 21 giugno, primo giorno d’estate che vuol dire tempo di salita dei pascoli agli alpeggi, l’open day “Tempo al Tempo”, a Milano alla Cascina Cuccagna.

 

Se un luogo che invoglia a riscoprire la montagna più autentica, in cui lasciarsi trasportare dalle emozioni di una vacanza dalle mille sfaccettature e possibilità, oltretutto ad un paio d’ore di auto da Milano, presentandosi alla comunità meneghina con un evento aperto a tutti, non poteva non scegliere la Cascina Cuccagna che in centro città conserva tutto il fascino delle antiche strutture agricole che caratterizzano la Lombardia. Qui, infatti, il Consorzio di Tutela Valtellina Casera e Bitto, due straordinari formaggi di montagna, organizza per martedì 21 giugno, primo giorno d’estate che vuol dire tempo di salita dei pascoli agli alpeggi, l’open day “Tempo al Tempo”, con l’obiettivo di fare scoprire le eccellenze casearie simbolo della Valtellina e dei suoi territori,  Casera e Bitto, appunto.

 

In programma intanto la presentazione del nuovo presidente del Consorzio, Marco Deghi, poi dei produttori di questi due ottimi formaggi e, infine, la degustazione in compagnia degli esperti, focus sui dati del consorzio e sulla stagione in arrivo, sulle aspettative degli italiani per l’estate con una ricerca commissionata ad Astra sul “tempo ritrovato” nonché  – ed è un motivo per non perdersi l’evento – le ricette della food blogger Sonia Peronaci che mostrano le infinite possibilità enogastronomiche di formaggi come Valtellina Casera e Bitto che impreziosiscono i notissimi pizzoccheri, gli squisiti sciatt (rospetti in dialetto locale) che sono piccole frittelle ripiene di Casera che si sciolgono in bocca.

 

 

Entrambi i formaggi sono riconosciuti a dop, con il Consorzio che dal 1995 è impegnato a difendere l’unicità di questi formaggi, tutelarli da qualsiasi imitazione e promuoverli sul mercato nazionale ed internazionale. E lo fa con controlli scrupolosi sull’intera filiera che garantiscono ai consumatori la qualità e la genuinità dei prodotti. Tutte le forme, infatti, vengono esaminate una ad una, solo quelle che possiedono le caratteristiche di qualità e tipicità previste dal disciplinare di produzione possono ottenere il marchio a fuoco del Consorzio ed essere commercializzate.

I soci del Consorzio che appartengono alle filiere produttive del Bitto e del Valtellina Casera, sono allevatori, produttori e stagionatori, piccole e grandi aziende zootecniche, latterie di paese e moderni caseifici: ciascuno di loro mette amore e passione nel continuare una tradizione che ha origini nelle antiche latterie turnarie dove si produceva Valtellina Casera ogni giorno… o sui pascoli in quota, sopra i 1.500 metri, dove, solo d’estate, ancora oggi nasce il Bitto.

D’altronde la Valtellina è una regione interamente montuosa situata nel cuore delle Alpi, al confine tra l’Italia e il cantone svizzero dei Grigioni. Una natura intatta e tutta da vivere con cime che superano anche i quattromila metri: una palestra a cielo aperto per gli amanti dello sport. Ma anche ricca tant’è che arrivando qui, tra un assaggio e l’altro, una visita ai caseifici di fondovalle o agli alpeggi estivi per scoprire i segreti dei formaggi a dop, sarà facile ritrovare in Valtellina spazi naturali e piccoli borghi antichi in cui il valore della tradizione è conservato da piccoli produttori, vigneron, agricoltori e allevatori che difendono con orgoglio il territorio e concorrono alla valorizzazione di un’enogastronomia dalle caratteristiche uniche, che ha saputo mantenere nel tempo la propria identità. Tant’è che lo slogan è Vieni a trovarci, ti aspettiamo in #Valtellina!”.

E, poi, lo stesso Consorzio ha messo a punto un progetto che indica i sette percorsi nel cuore della Valtellina dove si producono Casera e Bitto. E, con un contorno di scorci mozzafiato, alpeggi indimenticabili, borghi unici e piatti che custodiscono profumi e sapori di una volta, come il sapore dolce del Valtellina Casera dop che sa di latte e il sapore dolce e delicato del Bitto che racchiude i profumi dell’alpeggio perché è ottenuto esclusivamente nel periodo estivo con il latte prodotto negli alpeggi.

Insomma, un mondo tutto da scoprire che si mette in mostra a Milano, perché i milanesi, a quanto pare, trovano nelle montagne valtellinesi il posto ideale per una salutare immersione nella natura incontaminata.

L’evento presso la Cascina Cuccagna – facilmente raggiungibile anche con la metropolitana con fermate a Porta Romana o a Lodi Tibb – inizia alle ore 11 di martedì 21 giugno.

 

Cascina Cuccagna

Via Privata Cuccagna 2 

Milano

 

Maria Michele Pizzillo

Maria Michele Pizzillo
Newsfood.com

Exit mobile version