Nutrimento & nutriMENTE

Trieste: Sicurezza in montagna – I sentieri hanno bisogno di essere risistemati e puliti dopo le nevicate invernali

Trieste: Sicurezza in montagna – I sentieri hanno bisogno di essere risistemati e puliti dopo le nevicate invernali

By Redazione

Trieste – I sentieri montani richiedono un intervento immediato per far fronte ai danni causati dall’eccezionale stagione invernale appena trascorsa, ne va di mezzo l’incolumità
pubblica e il rilancio turistico di tutto il territorio. Un’iniziativa piccola nei costi e grande nei risultati, che potrebbe migliorare la sicurezza di cittadini e turisti.

Ecco la chiave di lettura della proposta contenuta nell’interrogazione dei consiglieri del PD Paolo Menis, Sandro Della Mea ed Enzo Marsilio.

“L’idea è semplice – spiega Menis – ma ugualmente importante per contribuire a garantire la sicurezza di quanti, ogni giorno, frequentano le nostre montagne per escursionismo o per
semplice passione. Si tratta di organizzare un piano di controllo e pulizia dei principali percorsi alpestri e di avviare una tempestiva operazione per la loro messa in sicurezza, coinvolgendo
le squadre di Protezione civile, le sezioni CAI-SAF e tutti coloro che intendano dare il loro contributo. Allo stesso modo è importante avviare una campagna mediatica attraverso
giornali, televisioni, radio, per informare i cittadini sullo stato dei sentieri inseriti nel progetto.

“Molti di essi infatti – continua il consigliere – sono in condizioni pessime soprattutto a causa dell’eccezionale stagione nevosa. La situazione è aggravata dal fatto che spesso,
all’inizio dei sentieri, non ci sono indicazioni che informino dei problemi esistenti e ciò comporta che anche i meno esperti si mettano in cammino convinti di trovare il percorso in
condizioni ottimali.

“In molti casi, però, questi ostacoli impediscono la percorribilità del sentiero creando situazioni di grave pericolo per coloro che cercano di superarli, magari avventurandosi
per deviazioni non segnalate e poco sicure.

Una simile situazione mette a rischio l’incolumità pubblica e danneggia un punto chiave della nostra attrattiva turistica”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: