Torino: un tutor per ogni parco

La Città di Torino, prima in Italia, sperimenta una nuova modalità di gestione dei 25 parchi e giardini più importanti della Città, che migliorerà, in termini
di cura ed efficienza, la fruibilità del verde da parte del pubblico, affrontando contemporaneamente temi come la manutenzione del verde, la pulizia, il controllo delle criticità,
l’animazione.

L’appalto triennale per la manutenzione ordinaria del verde pubblico 2008-2010, appena aggiudicato, ha infatti chiesto alle ditte partecipanti l’impegno ad offrire un servizio integrato, e non
più la sola manutenzione del verde, come in passato.

Per ogni area, quindi, vengono assegnate ad un unico soggetto gestore:
o le attività di cura e manutenzione del verde, delle aree gioco (presenti in tutti i parchi), delle aree cani (presenti nei parchi Pellerina, Valentino, Rignon, Vallette, Sempione
Ovest, Piazza D’Armi), dei servizi igienici;
o la pulizia delle medesime aree e servizi (in precedenza realizzata da Amiat),
o la realizzazione di attività gestionali di tipo sociale-ricreativo: noleggio biciclette (nei parchi Ruffini, Pellerina, Colletta, Valentino, Millefonti, Meisino, Colonnetti),
monitoraggio e controllo, informazione e comunicazione con punti informativi.

Come funziona? La Città è stata suddivisa in 12 lotti, corrispondenti alle 10 Circoscrizioni ( 2 lotti collinari), e, per ciascun lotto:
o sono stati individuati i parchi e giardini più importanti: a titolo di esempio, i Giardini Reali per la Circoscrizione 1, Parco Ruffini per la Circoscrizione 3, il Valentino per la
Circoscrizione 8, Tesoriera e Pellerina per la Circoscrizione 4, Italia ’61, Parco Millefonti e Parco Di Vittorio per la Circoscrizione 9
o tra tutti gli offerenti, è stata selezionata un’impresa aggiudicataria del servizio per ciascun lotto (l’appalto ha visto la partecipazione di 23 imprese). Ogni impresa non poteva
aggiudicasi più di un lotto, quindi ogni ambito ha un referente diverso.

Ognuna delle 12 imprese aggiudicatarie, per il proprio lotto e i parchi ivi compresi, garantirà una serie di servizi principali (manutenzione e pulizia del verde, delle aree gioco, delle
aree cani, dei servizi igienici), ma anche altri servizi secondari e complementari (monitoraggio e controllo del parco, sicurezza aree gioco e aree verdi, noleggio biciclette ove previsto,
organizzazione di visite guidate didattiche e attività motorie sportive, animazione per bimbi ed anziani, punti informativi). Inoltre, l’impresa dovrà garantire un pronto
intervento finalizzato alla sicurezza e al decoro, attingendo a risorse dedicate, a seguito di atti vandalici o improvvisi guasti su arredi, giochi bimbi, ecc.

Figura centrale nei parchi diventerà il tutor: una figura qualificata e dotata di adeguato abbigliamento, incaricata dall’impresa, che garantirà presenza continuativa nel parco e
che dovrà svolgere/organizzare le varie attività previste dal contratto, diventando una realtà di riferimento anche per l’utenza, cui rivolgersi in caso di bisogno o per
semplici informazioni.

Particolare attenzione è stata data, nella selezione delle imprese vincitrici, anche alle problematiche della sicurezza dei lavoratori dell’impresa, all’ecocompatibilità delle
soluzioni tecniche adottate e dei mezzi impiegati (utilizzo di biocarburanti, diserbanti ecologici, compostaggio dei residui vegetali, utilizzo della tecnica del mulching nel taglio dell’erba),
al miglioramento agronomico e funzionale dei parchi.

L’avvio del nuovo servizio è previsto nei primi mesi del 2008, non appena saranno espletate le procedure amministrative di aggiudicazione.

Leggi Anche
Scrivi un commento