Torino: nuovo regolamento per la conservazione delle ceneri derivanti dalla cremazione

Torino – La Giunta Comunale, nella seduta odierna, su proposta del Vice Sindaco Dealessandri, ha approvato le modifiche degli articoli 34, 36, 37, 38 e 40 del Regolamento Mortuario in
conseguenza della Legge Regionale n° 20, sulla conservazione delle ceneri derivanti dalla cremazione dei defunti.

Uno degli aspetti più innovativi del provvedimento regionale è appunto il tema dell’affidamento delle ceneri. L’urna viene affidata al coniuge del defunto o alla maggioranza dei
parenti di grado più prossimo. Le urne cinerarie possono essere collocate nei cimiteri o in cappelle o templi appartenenti a enti morali o in colombari privati che abbiano destinazione
stabile e siano garantiti contro ogni profanazione sia con modalità di registrazione dei dati dell’affidatario negli archivi demografici, sia prevedendo controlli domiciliari in caso di
mutamento di residenza.

All’atto dell’affidamento dell’urna a persona residente a Torino, gli uffici comunali provvedono a tenere traccia presso gli uffici demografici.
Inoltre la Legge Regionale procede ad affidare alcune funzioni ai Comuni riguardo all’individuazione delle aree ove sia possibile effettuare la dispersione delle ceneri e le modalità di
conservazione del ricordo dei defunti per i quali sia stata messa in atto questa scelta.
La Città di Torino, per quanto riguarda le dispersioni in area cimiteriale, intende abilitare i riquadri e le aree del Roseto della Rimembranza situato presso il Cimitero Monumentale.

La delibera sarà esaminata dal Consiglio Comunale nelle prossime sedute.

Leggi Anche
Scrivi un commento