Suini: oggi la manifestazione a Milano, poi l'assedio ai salumifici

Presidi davanti agli stabilimenti e manifestazioni in tutta la Lombardia. Gli allevatori di suini che, oggi 12 novembre 2007 dalle 14:30 alle 17, occuperanno Piazza San Carlo nel cuore di
Milano per difendere le produzioni suinicole agroalimentari Made in Italy dal crollo delle quotazioni e l’uso di carne straniera per i salumi italiani, stanno pianificando una serie di
iniziative da realizzare nelle prossime settimane in diverse zone della regione.

Verranno, infatti, organizzate diverse manifestazioni davanti ad alcuni stabilimenti di lavorazione delle carni, dove si fa sempre più forte il flusso di prodotto estero che poi viene
“italianizzato” con salumi e prosciutti che si trovano in vendita come fossero figli della qualità Made in Italy.

Il nostro Paese importa oltre il 40 per cento del proprio consumo di carne suina senza alcun obbligo di indicare l’origine o il luogo di macellazione (come invece avviene per i bovini). Senza
contare che dall’inizio del 2007 sono stati introdotti in Italia fra i 700 mila e il milione di suinetti stranieri.

“Tutta questa carne in qualche modo viene usata e finisce in quelle produzioni che, non essendo di origine protetta, non hanno l’obbligo di lavorare materia prima italiana – spiega la
Coldiretti – ma il consumatore non lo sa e viene tratto in inganno dal luogo di produzione, senza immaginare che quello che pensa sia un tesoro del Made in Italy è in realtà
qualcosa di diverso che arriva da tutt’altra parte”.

In queste ore si sta disegnando la mappa delle proteste insieme ad altre iniziative di informazione ai consumatori in Lombardia.

Leggi Anche
Scrivi un commento