Siglato l'accordo per la stabilizzazione dei precari Rai

Il 4 giugno 2008 le associazioni sindacali Slc-Cigil, Fisterl-Cisl, Uilcom-Uil, Snater, Ugl telecomunicazioni e Libersind-Confsal e la Rai hanno siglato l’accordo per l’applicazione del
protocollo sul welfare ai precari della televisione pubblica, che riguarda i programmisti, gli assistenti al programma o alla regia, i montatori e gli operatori di ripresa che hanno superato i
36 mesi di utilizzazione.
“Abbiamo garantito un futuro ai precari Rai e siamo soddisfatti dell’intesa”, hanno commentato il segretario nazionale Ugl Informazione, Fabrizio Tosini, e il segretario nazionale Ugl
Telecomunicazioni, Gianni Fortunato, spiegando che l’accordo prevede “1300 assunzioni in cinque anni a tempo indeterminato per coloro che in passato hanno aderito ai vecchi accordi di bacino e
l’impegno per i rimanenti lavoratori di continuare ad operare in Rai, scongiurando il rischio di non essere più chiamati dall’azienda”.

Personale a tempo determinato
L’accordo, in particolare, prevede che il numero complessivo dei contratti a termine non possa superare, nel rapporto ad unità medie/anno, il limite percentuale dell’organico complessivo
a tempo indeterminato alla data del 31 dicembre dell’anno precedente.
Per i prossimi, anni, in particolare, il limite è fissato come segue:
– 2009: 16%;
– 2010: 14,5%;
– 2011: 13%;
– 2012: 11,5%;
– 2013: 10%;
– 2014: 8%.

Personale a tempo indeterminato
L’accordo stabilisce che vengano assunti con contratto a tempo indeterminato le seguenti categorie:
– lavoratori cui è già stata riconosciuta la garanzia di assunzione a tempo indeterminato (ex accordo 28 giugno 2005);
– lavoratori cui è stata riconosciuta la sola garanzia di utilizzazione a tempo determinato (ex accordo 28 giugno 2005, 26 gennaio 2006, 22 marzo 2006 e 23 aprile 2007);
– lavoratori che, pur non rientrando in alcun bacino, al 31 maggio 2008 hanno maturato almeno 1095 giorni di impegno a termine nel Gruppo Rai mantenendo invariato il profilo professionale.
L’accordo, comunque, prevede che anche coloro che hanno maturato 1095 giorni in profili professionali diversi possono scegliere l’assunzione a tempo indeterminato nel bacino del professionale
che ha inquadramento iniziale nel livello inferiore.
La ripartizione annuale è fissata come segue:
– 70 risorse con impegno all’assunzione a tempo indeterminato entro il 2010: entro il 31/12/2008;
– 197 risorse, di cui 69 lavoratori residui con impegno all’assunzione a tempo indeterminato entro il 2010 e i rimanenti programmisti-registi del bacino del 2005: entro il 31/3/2009.
– i restanti lavoratori verranno assunti nella misura del 20% per ciascun anno alle scadenze del 31/3/2010, 31/3/2001, 31/3/2012, 31/3/2013, 31/3/2014.
Sono esclusi dal campo di applicazione dell’accordo i lavoratori che, al 4 giugno 2008, hanno superato i 58 anni d’età ed i lavoratori che, nel periodo compreso tra il 1 gennaio 20006 ed
i 4 giugno 2008 non hanno avuto almeno un giorno di utilizzazione a termine.

Accordo 4 giugno 2008 per la stabilizzazione dei precari Rai

Leggi Anche
Scrivi un commento