Nutrimento & nutriMENTE

Si è conclusa ieri l'11esima edizione di PIANETA BIRRA BEVERAGE AND CO.

Si è conclusa ieri l'11esima edizione di PIANETA BIRRA BEVERAGE AND CO.

By Redazione

 

Rimini – Va in archivio con la soddisfazione delle aziende e degli operatori del settore food&beverage la quattro giorni espositiva dedicata all’alimentazione
extradomestica. 

Si sono infatti concluse ieri le cinque manifestazioni che, in contemporanea, hanno offerto un panorama unico e specializzato del mercato alimentare grazie alla 39esima Mostra
Internazionale dell’Alimentazione (con le sezioni Catering, Specialità Regionali, Sandwiches&Snacks, Biocatering, Gluten Free, Logistics, Frigus), l’11° Pianeta Birra
Beverage & Co. (esposizione internazionale di birre, bevande, snack, attrezzature e arredamenti per pub e pizzerie), l’8° MSE Seafood&Processing (salone internazionale delle
tecnologie e dei prodotti della pesca, organizzato in collaborazione con la statunitense DBC), il 5° Oro Giallo (salone internazionale dell’olio extravergine di oliva), che promuove
la cultura dell’olio e il primo appuntamento con “DiVino Lounge – wine, food and more”, dedicato a vini, spumanti e champagne.

I DATI
Complessivamente, quasi 1.500 aziende (tra dirette e rappresentate) hanno occupato qualcosa come 100mila mq del quartiere fieristico riminese. I visitatori professionali che
complessivamente hanno visitato le fiere sono stati 82.977 (-5,8% rispetto al 2008), dei quali 2.832 esteri.
Da sottolineare la grande visibilità mediatica dell’evento. Grazie all’autorevolezza raggiunta dall’appuntamento riminese, si sono accreditati 675 giornalisti (570 alla
precedente edizione), tra italiani e esteri. Nelle quattro giornate, inviati della stampa specializzata italiana e internazionale, della grande stampa nazionale, regionale e locale,
hanno affollato i padiglioni. I principali tg e gr nazionali hanno seguito le quattro giornate e gli eventi organizzati al loro interno, divulgando a milioni di italiani le immagini e i
contenuti della manifestazione.

LE DICHIARAZIONI
In merito alle manifestazioni, il Presidente Cagnoni commenta: “Sulle fiere del food&beverage abbiamo concentrato la massima attenzione e i massimi sforzi d’innovazione,
affinché questa stagione di generali difficoltà non intaccasse l’autorevolezza di un appuntamento che rimane, nella sua globalità, il più importante d’Europa
per l’alimentare extradomestico. All’interno delle varie aree commerciali si sono avvertiti segnali di una contrazione del mercato, ma abbiamo anche notato settori dinamici ed in
progresso. Dunque, non intendo sottovalutare i problemi, però credo che affrontarli con spirito imprenditoriale sia la miglior risposta possibile, in questo momento. La
soddisfazione degli operatori a fine salone, che conta un minor afflusso di pubblico in termini assoluti, ma una presenza sempre più qualificata, conferma la bontà delle
scelte compiute da Rimini Fiera, impegnata al fianco delle imprese per rilanciare i mercati”.

“Siamo davvero soddisfatti – spiega il direttore della Business Unit di Rimini Fiera, Patrizia Cecchi – Rimini Fiera ha raccolto una sfida difficile e, assieme alle aziende
espositrici, ha fatto quadrato vincendo le paure di affrontare un momento così difficile per tutti. I commenti degli operatori presenti in fiera lo testimoniano: i volumi di
contatti allacciati hanno superato le preoccupanti stime degli ultimi periodi. Il coraggio di investire ha premiato, tanto che dalle novità presentate agli stand sono emerse
nuove energie e opportunità economiche. Abbiamo investito molto anche sulla presenza di buyers internazionali, oltre duecento, che hanno dato vita alla “Prima borsa di
cooperazione internazionale per l’horeca” di Rimini Fiera. Per questi buyers, provenienti dai Paesi della vecchia Europa, della Nuova Europa, Nord Africa, India e Canada, sono stati
organizzati qualcosa come 1.500 appuntamenti d’affari con oltre 500 aziende espositrici, prenotatesi prima della manifestazione. Una parte importante di questa attività è
stata realizzata anche grazie alla preziosa collaborazione dell’ICE (Istituto Nazionale Commercio Estero). Colgo quindi l’occasione per ringraziare tutte le aziende del
food&beverage extradomestico che continuano a credere in questo appuntamento. Voglio confermare loro che il nostro impegno per legare sempre più i saloni, per coniugare gli
abbinamenti cibo-bevande con tematiche di progettazione e design per i locali pubblici, sarà ancor più rafforzato”.

“In evidenza – riassume il project manager di Rimini Fiera, Orietta Foschi – la nuova manifestazione DiVino Lounge, a cui è stata affiancata l’area Grappa Italia: i vini e i
distillati hanno riscosso un importantissimo successo, creando nuove motivazioni di visita per gli operatori professionali che ogni anno affollano il salone. Anche il settore
caffè sta crescendo, grazie ad importanti contatti internazionali. Le birre, le acque minerali e le bevande, pur con alcune defezioni hanno confermano il loro interesse per
la manifestazione. Abbiamo infatti avuto importanti novità (la birra senza glutine, ad esempio), la presenza di una delegazione francese, ecc. MSE, grazie anche al supporto della
Regione Emilia-Romagna che ha organizzato alcuni convegni, si è ormai consolidata come l’unica manifestazione italiana di business per il settore ittico, importantissimo per un
Paese vocato alla pesca come quello italiano. Notevole l’affluenza di buyer della grande distribuzione, la cui venuta è stata favorita dal successo ottenuto, per il secondo anno
consecutivo, dal Gdo Buyers’ Day (quest’anno focalizzato sui prodotti surgelati). Tanti sono infatti stati i buyer che hanno intessuto relazioni commerciali e avviato nuovi progetti di
business. Intensa l’attività anche nelle aree storiche di Catering e Frigus, che hanno ormai consacrato Rimini come l’unico appuntamento specializzato d’Italia, traino per tutto
il fuoricasa. Un’affermazione innescata dai moderni stili di vita e di lavoro. Ricordiamo, inoltre, che questi sono settori di grande crescita non solo in Italia, ma anche nei Paesi
della Nuova Europa, nei quali si parla di percentuali di sviluppo ancora a due cifre”.

LA PRIMA INDAGINE FIPE-RIMINI FIERA SUI CONSUMI FUORI CASA
Sottolineiamo inoltre che la kermesse si era aperta con la presentazione dell’indagine realizzata dal Centro Studi FIPE (la Federazione Italiana Pubblici Esercizi) per Rimini Fiera su
“I consumi alimentari fuori casa, tra recessione e prospettive di rilancio”. L’incontro – cui sono intervenuti Edi Sommariva, Direttore generale FIPE e Giuseppe Cuzziol, presidente
Italgrob – diventerà un appuntamento stabile, un contributo per analizzare ogni anno, in apertura della manifestazione, tendenze e sviluppo del mercato alimentare extradomestico.

LE NOVITA’ DI PIANETA BIRRA
Tra le novità, come dicevamo in apertura, vi è stata la prima di ´DiVino Lounge- wine, food and more´ la nuova sezione dedicata a vini, spumanti e champagne
che ha raccolto interessanti consensi anche per il format, fortemente innovativo, organizzato da Rimini Fiera e La Madia Travelfood, in collaborazione con AIS e Worldwide Sommelier
Association. All’interno della sezione erano previste tre aree: wine, con degustazioni guidate in collaborazione con AIS, Associazione Italiana Sommelier, food, con carta dei vini e
delle acque in abbinamento a cibi gourmet preparati da chef ´stellati´; business, con una welcome area per business meeting con buyer esteri ed italiani.

Molti gli eventi organizzati da aziende, stampa specializzata ed operatori all’interno della kermesse, ad ulteriore conferme della centralità della manifestazione.
Nel settore birre, a fianco dei marchi storici, tante le novità in campo birrario (ad esempio la birra per celiaci). Moltissime le aziende provenienti da Francia (con una
collettiva di produttori del nord) e Germania. Continua a crescere l’esperienza dei microbirrifici che, anche in questa edizione, hanno messo in campo la loro grande esperienza nel
campo artigianale promuovendo degustazioni e abbinamenti cibo-birra che stanno affinando la birra in un elemento sempre più “fusion”.

AREE DIMOSTRATIVE
Nelle sei “cornici d’autore” di Degustando… 24 ore fuori casa, realizzate da prestigiosi architetti italiani, si sono susseguite, in un ricco calendario giornaliero di performance,
noti chef, sommelier, degustatori, barman che guideranno gli operatori del fuori casa in un percorso lungo una giornata. Dalla colazione al lunch passando per l’immancabile pausa
caffè e l’aperitivo, dalla cena fino al dopocena, la mostra-evento si sviluppava nell’arco di un’intera giornata, offrendo una panoramica completa su prodotti, modalità di
servizio, ambientazioni e nuove occasioni di consumo.

Breakfast-brunch
“Il mattino ha l’oro in bocca”
con CaberlonCaroppi Hotel&Design
Ogni mattina a colazione con Gaetano Barbuto si potevano assaporare quattro diversi “menu” che rendevano la colazione il primo momento speciale della giornata. Colazione Benessere e
Business, e ancora Sport oppure Disintossicante. Idee e ingredienti per ogni gusto e bisogno energetico, grazie al progetto Qualità Breakfast di Metha Hotel Group.
Business Lunch
con Studio Gritti Rollo
Grazie agli chef Igles Corelli per Radeberger, Walter Crema per Gico-Erre2 e Gregori Nalon per Interbrau.
degustazioni a base di birre.
Happy Hour
con Studio Gritti Rollo.
Una cornice dinamica e divertente per l’imperdibile rito dell’aperitivo! In collaborazione con Biscaldi Luigi Export.
Gourmet Dinner
“Sirenetta bistrot”
con Studio di Architettura Luca Scacchetti
In questa elegante cornice, Surgital ha proposto le proprie Divine Creazioni – pasta ripiena in diversi formati – a cura di tre chef stellati romagnoli: Raffaele Liuzzi della Locanda
Liuzzi di Cattolica, Luigi Sartini della Taverna Righi di San Marino e Vincenzo Cammerucci del Ristorante Lido Lido di Cesenatico, con la collaborazione della rivista La Madia
Travelfood. Contestualmente l’Enoteca Regionale dell’Emilia Romagna proporrà ogni giorno 50 vini a scelta da degustare con i piatti degli chef, insieme all’acqua Fonte
Plose.
Coffe Time
con Costa Group
Questo spazio, interamente dedicato al caffè, è stato la scena per un movimentato calendario di eventi, dibattiti e degustazioni con tanti protagonisti appassionati della
pregiata bevanda.
After Dinner
Protagonista indiscussa di questo spazio era la grappa, da assaporare grazie a un ricco programma giornaliero di degustazioni guidate, anche abbinate al cioccolato. Un evento realizzato
in collaborazione dei migliori produttori, ANAG e la rivista Locali Top.

RICERCA FIPE
Durante le giornate di fiera è stata inoltre resa nota la ricerca della FIPE sul tema ´Alcol: tra controllo ed autocontrollo´ che ha coinvolto oltre 800 persone
maggiorenni. I risultati, presentati da Laura Castelnuovo di Axis Marketing Research e dal direttore generale di Fipe, Edi Sommariva, sono stati commentati dal vice presidente del Silb
Antonio Flamini, dal presidente di Fipe Lino Enrico Stoppani e dall´onorevole Elisa Marchioni, del Partito Democratico, membro della Decima Commissione della Camera dei
Deputati.
Dalla ricerca emerge che gli eccessi del consumo di alcolici riguardano una quota marginale della popolazione e si accompagnano a un comportamento generalmente responsabile in
correlazione alla guida dell’auto. Sono gli uomini a bere di più: il 65% dichiara di consumare alcol in casa, contro il 68,5% fuori casa. Mentre tra le donne la percentuale si
ferma al 52. Ma coloro che dichiarano di lasciarsi andare´ sono al di sotto del 10% del campione.
Commentando i risultati della ricerca, Edi Sommariva ha anche illustrato le richieste di Fipe alla politica tra cui l´abolizione del divieto di somministrazione di alcolici dopo
le 2 di notte e l´abbassamento del limite alcolemico allo 0,2 g/l soltanto per le categorie a rischio (giovani neopatentati, autisti professionali).

CONVEGNO ITALGROB
Il convegno promosso da ITALGROB – Federazione italiana grossisti Distributori indipendenti -, rappresenta sempre uno dei momenti di riflessione più attesi a PIANETA BIRRA.
Quest’anno il titolo era ´Il vuoto a rendere è una realtà ecologica ed economica per l´Horeca. Non giovano invece al settore gli aumenti estemporanei e il
tasso limite di alcolicità a 0,02 %´.
Il convegno, moderato da Attilio Romita, giornalista televisivo Rai, ha analizzato la crisi del mercato, il decreto varato dal governo per far fronte agli scenari attuali, gli aumenti
dell’industria del beverage e il progetto del vetro a rendere.
Giuseppe Cuzziol, Presidente Italgrob, ha introdotto i temi. “La crisi seleziona, la crisi ingegna – ha sottolineato – Dal 2006 ad oggi Italgrob ha raggiunto traguardi importanti: uno
fra tutti il rilancio del vetro a rendere e l´instaurazione di un colloquio con le pubbliche istituzioni”. Hanno presenziato l´Onorevole Mazzocchi, questore della Camera dei
Deputati, l´Onorevole Fabio Gava, della Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati, Luigi Rambelli, Presidente Legambiente Emilia
Romagna e Presidente Legambiente Turismo.

LE GRAPPE
Tra le protagoniste di questa edizione di PIANETA BIRRA vi sono state anche le grappe, con degustazioni e convegni. Tra questi, da segnalare l’incontro dal titolo
´Grappa Tradizione e Innovazione – Storia e futuro di un distillato esclusivamente italiano´ in collaborazione con ANAG e Locali Top. Al convegno è stato tracciato un
punto della situazione del mondo delle grappe con studiosi ed operatori del settore.
Tra gli interventi segnaliamo quello di Roberto Amedei, di Nielsen, che ha evidenziato come la grappa sia una delle categorie di prodotto più consumate, con lievi differenze, in
casa e fuori casa. Il trend dei consumi mostra come sia possibile sviluppare il mercato in un contesto lontano dai pasti.

AIBES
In casa AIBES è andata in scena la finalissima di Miss cocktail 2009, una competizione che ha visto in scena barladies provenienti da tutto lo stivale. Davanti ad un pubblico di
tanti curiosi, hanno messo in campo non solo la riconosciuta bravura, ma anche e soprattutto la loro capacità di confrontarsi con il pubblico. La vittoria è andata alla
marchigiana Silvia Tomoleoni di Morrovalle, in provincia di Macerata. Insieme a Miss cocktail si è svolto anche il concorso “After dinner con grappa – memorial Ludwig Fenner”. Si
tratta di una manifestazione open e cioè con un’unica categoria. Uomini e donne hanno gareggiato insieme e le donne hanno letteralmente sbaragliato la concorrenza dei colleghi
catalizzando i primi due posti in classifica. La vittoria è infatti andata a Ursula Chioma, attuale campionessa italiana Aibes che ha presentato un “Pink Pixie”.

SCAE
Grande affluenza di pubblico per la finalissima del Campionato Italiano Baristi Caffetteria. La kermesse, patrocinata da SCAE (Speciality Coffee Association of Europe) ha visto arrivare
in finale 6 partecipanti su oltre 200 baristi.
Il CIBC (Campionato Italiano Baristi Caffetteria) era valido per il WBC (World Barista Campionship). La vittoria è andata al triestino Michele Pauletic che si è
imposto rispettivamente su Francesco Sanapo di Firenze ed Eddy Righi di Modena. Pauletic avrà il compito di difendere i colori italiani ai mondiali che si disputeranno ad aprile
ad Atlanta.

CURIOSITÀ
PIANETA BIRRA BEVERAGE & CO. ha presentato anche tante curiosità. Tra quelle che più hanno fatto scalpore vi è la “Giadina”, un´autentica provocazione:
nella patria della piadina romagnola è stata presentata la personale rivisitazione (proposta dallo chef veneto Gregori Nalon) di uno degli alimenti portabandiera della
romagnolità nel mondo. La Giadina, appunto. Frullata e destrutturata, è stata presentata farcita con mousse di stracchino, crudo e rucola.

Infine, tradizionale appuntamento con ´Le accademie della birra´. Sono diciannove i migliori locali italiani selezionati per la 18esima edizione del premio E´ stato
Silvano Rusmini, direttore responsabile della rivista ´Il Mondo della Birra´, a presentare i vincitori nel concorso i cui premi vengono assegnati ai locali che nel 2008 si
sono distinti per l´alto livello del servizio e dell’offerta, ma anche per la capacità di diffondere una corretta cultura di prodotto e di consumo.

Il prossimo appuntamento con le PIANETA BIRRA BEVERAGE & CO. è a Rimini Fiera nel febbraio 2010.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: