San Carlo Highlander – 44 brave days …e Carlo Cracco dove è finito?

San Carlo Highlander – 44 brave days …e Carlo Cracco dove è finito?

I numeri parlano chiaro: più di 40.000 partecipazioni nei primi 7 giorni dal lancio dell’operazione “44 Brave Days”. Ha preso il via alla grande il concorso Highlander di fine anno, partito il 7 dicembre e on air fino al 19 gennaio. 44 giorni di durata, come 44 è il prefisso scozzese e 4.444 € il valore dei buoni spesa in palio come premio finale.

L’iniziativa è stata pensata appositamente per gli Highlander moderni, a cui si rivolge la nuova linea di chips San Carlo. La meccanica è molto semplice: il sito dedicato e la pagina Facebook di Highlander sono le porte d’accesso al concorso che, nelle 4 settimane dal 7 dicembre 2015 al 19 gennaio 2016, si articola in 4 fasi per esaltare i gusti della gamma di patatine Highlander: Vinegar, Tomato, BBQ e Black Pepper. I partecipanti voteranno per decretare la sfida più Highlander tra quelle proposte. Avranno così modo di vincere premi giornalieri e settimanali assegnati in modalità Instant Win, i Party Pack e le Brave Box Highlander. A questi si aggiunge il fantastico premio finale, che sarà vinto ad estrazione.

44 Brave Days corona un anno di successi per la comunicazione delle Highlander: le patatine cult di San Carlo, totalmente rinnovate nelle ricette e nei pack, sono state rilanciate a giugno 2015, con una strategia mirata a colpire e coinvolgere i millenials. Un linguaggio giovane e un mix di creatività e tecnologia, con al centro i canali social Facebook e Instagram, sono state le armi vincenti di tutte le iniziative.

Unichips è un’azienda che opera sul mercato delle patatine e degli snack salati, dei prodotti per aperitivi, dei sostitutivi del pane e dei dolci, producendo e commercializzando in Italia e all’estero un’ampia gamma di prodotti con i marchi San Carlo, Pai, Flodor, Crecs, Highlander, Autentica Trattoria e Wacko’s. Oggi Unichips è leader indiscusso nel segmento di mercato chips&snack, con una quota di mercato del 60%, oltre a essere una delle principali aziende negli altri segmenti alimentari in cui opera. Unichips, attiva con 9 stabilimenti produttivi tra Italia ed estero, è un caso di successo dell’alimentare Made in Italy di qualità, frutto del lavoro quasi secolare della famiglia Vitaloni, giunta oggi alla terza generazione, che ha fondato l’azienda e tuttora ne è a capo. Unichips conta oggi oltre 2.000 dipendenti e nel 2014 ha fatturato 313 milioni di euro.

http://www.highlandersnacks.co.uk/#

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento