Rabboni: «Stato di crisi o aiuti in finanziaria per sostenere il settore suinicolo»

Bologna – «Chiedo al governo l’attivazione dello stato di crisi con il varo di tutte le misure previste o, in subordine, l’introduzione in finanziaria di agevolazioni di
carattere finanziario, contributivo e fiscale per dare un sostegno concreto e immediato agli allevatori».

L’assessore regionale Tiberio Rabboni parla in conclusione del tavolo regionale della filiera suinicola che si è riunito a Bologna per esaminare lo stato di sofferenza del settore e
definire una posizione condivisa da portare all’incontro nazionale convocato il prossimo 11 giugno dal ministro per le politiche agricole Luca Zaia.

Al termine dei lavori, l’assessore, in pieno accordo con tutti gli intervenuti in rappresentanza di ogni segmento della filiera, sottolinea la necessità di predisporre urgentemente
azioni a livello nazionale in grado di attutire le gravi conseguenze determinate dal prolungarsi di una condizione di mercato nella quale i prezzi di vendita del suino, già bassi e
scarsamente remunerativi da tempo, nell’ultimo anno sono diminuiti del 7% e non coprono i costi di produzione, cresciuti invece nello stesso periodo del 17%. «Tale situazione sta
fortemente compromettendo la sopravvivenza di molte aziende per le quali le difficoltà di ordine economico-finanziario rischiano di essere insuperabili», conclude Rabboni.

Leggi Anche
Scrivi un commento