Paolo Bruni (Fedagri) incontra il Ministro Zaia

«Una particolare attenzione ai temi della politica internazionale con al centro il giudizio dell’Italia in merito al negoziato multilaterale del WTO, il tema delle barriere fitosanitarie
e la protezione delle indicazioni geografiche, l’esigenza di individuare da subito una strategia Paese per aiutare le imprese italiane nel difficile cammino dell’internazionalizzazione partendo
anche dall’importante esperienza avviata da Fedagri con la costituzione del consorzio cooperativo Opera, finalizzato alla promozione e all’esportazione dei prodotti agroalimentari cooperative
del made in Italy nel mondo, sono stati i primi argomenti affrontati durante l’incontro che si è svolto questa mattina con il Ministro Luca Zaia» è quanto afferma il
Presidente di Fedagri Paolo Bruni che si dichiara molto soddisfatto e che esprime apprezzamento per l’impostazione che il Ministro intende dare all’agenda dei suoi primi impegni governativi.

E’ stato oggetto dell’incontro anche il tema degli sviluppi futuri della Politica agricola comunitaria e del percorso in atto sui testi giuridici dell’Health Check con riferimento al prossimo
Consiglio dei Ministri UE che si terrà in Slovenia. Bruni ha presentato al Ministro Zaia il Coordinamento delle organizzazioni cooperative agricole, strumento con il quale la
cooperazione italiana da anni si presenta in modo unitario e coeso nei confronti delle istituzioni ed è stato cantierato un prossimo incontro con i presidenti di tutte le quattro
organizzazioni che ne fanno parte (Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare, AgritalAGCI ed Ascat Unci).

«Ringrazio il Ministro Zaia – ha proseguito Bruni – anche della disponibilità ad essere presente ad una prossima Assemblea in programma con la cooperazione agroalimentare del
Veneto, una delle nostre realtà più forti ed organizzate in molti settori produttivi».

Leggi Anche
Scrivi un commento