OCM vino, Confagricoltura: «approvazione della Relazione dell'On. Castiglione»

21 Novembre 2007 – “Positivi passi avanti nel processo di riforma dell’OCM vino”, è questo il commento di Confagricoltura sugli esiti della votazione odierna in Commissione
Agricoltura del Parlamento europeo, che ha approvato la relazione presentata dall’Onorevole Castiglione.

“Ci conforta che la Commissione Agricoltura del PE – dice il presidente Vecchioni – abbia riconosciuto l’importanza di salvaguardare il sistema dei diritti di impianto per le indicazioni
geografiche e di rimandare ad una valutazione di impatto una eventuale decisione di liberalizzazione delle superfici vitate destinate ad i vini senza IG. Così come riteniamo che gli
elementi di flessibilità proposti da Castiglione possano essere di aiuto al riequilibrio del sistema.”

I deputati della Commissione agricoltura del Parlamento Europeo hanno dato chiari segni di opposizione all’approccio liberista della Commissaria Fischer Boel, che si traducono anche nel divieto
di consentire il vitigno e l’ annata in etichetta per i vini senza Indicazione Geografica, ed hanno ribadito il concetto forte del legame con il territorio.

Preoccupazioni permangono, per il presidente Vecchioni, per il capitolo degli arricchimenti, che potrebbe non risolvere l’annoso problema che divide ancora le delegazioni dei diversi Stati
Membri in Consiglio.

Confagricoltura ricorda che la discussione è ora rimandata alla votazione in seduta plenaria del Parlamento Europeo, il 12 dicembre prossimo e, soprattutto, alle indicazioni che
giungeranno in merito dal prossimo Consiglio dei ministri agricoli.

Leggi Anche
Scrivi un commento