Non si sblocca la trattativa per il prezzo del latte alla stalla

Torino – «Il latte prodotto nelle stalle del Piemonte deve essere pagato come quello lombardo, per non gravare ulteriormente sui consumatori l’aumento dei costi di produzione va
spalmato all’interno dell’intera filiera lattiero-casearia».

Riccardo Chiabrando, presidente Coldiretti Torino, riassume così i punti fermi dei produttori convocati al tavolo regionale per la trattativa per fissare il prezzo del latte alla stalla
da inizio gennaio a fine marzo 2008. Anche l’ultimo incontro, avvenuto questa settimana, il 9 gennaio, non ha prodotto risultati utili.

Riccardo Chiabrando, spiega: «I produttori, negli ultimi mesi, hanno visto lievitare i costi del mais, dei mangimi e del carburante per le trattrici. Oggi il compenso del latte alla
stalla non copre interamente le spese complessive dei costi di produzione. Per rimettere in sesto i bilanci aziendali chiediamo che il latte munto in Piemonte venga pagato almeno quanto quello
prodotto in Lombardia. Oggi in Piemonte il prezzo base del latte è 38 centesimi al litro mentre in Lombardia è 42 centesimi. Noi riteniamo che non ci siano ragioni che possano
giustificare tale differenza di prezzo alla stalla tra le due regioni».
Riccardo Chiabrando aggiunge: «Al tavolo regionale si dialoga tra sordi. Gli industriali si sono detti non disponibili a ritoccare il prezzo del latte al consumo o a rivedere l’attuale
ripartizione dei costi e dei ricavi lungo l’intera filiera, come sostenuto dalla Coldiretti per non gravare ulteriormente sui consumatori. Visto l’indiscutibile aumento dei costi di produzione
la Coldiretti chiede un adeguamento del valore del latte alla stalla anche perché non è pensabile che la lievitazione dei fattori di produzione venga messa in carico ai soli
allevatori. Da febbraio ad ottobre 2007 il latte fresco al consumo è stato pagato da 132 a 149 centesimi il litro e i bilanci delle industrie del settore segnano buone performance per il
latte pastorizzato fresco al consumo».

Il presidente di Coldiretti Torino conclude: «Tutte le componenti la filiera latte, sempre con la mediazione dell’assessorato all’Agricoltura, si incontreranno nuovamente il 18 gennaio:
ci auguriamo che in quella sede si riesca ad arrivare ad un accordo per gli ultimi mesi della campagna produttiva 2007/2008».
In Piemonte le aziende con quota latte sono 3.004, con una produzione di 7.827.967 quintali. In provincia di Torino i produttori di latte sono 1.069 e nella campagna produttiva 2007/2008
consegneranno ai caseifici 2.696.829 quintali di latte.

Leggi Anche
Scrivi un commento