No di Fini e Berlusconi a Marini

«Questa rischia di essere un’altra occasione mancata dalla politica italiana» Walter Veltroni ha ribadito al presidente del Senato qual è la sua via d’uscita dalla crisi:
«Un governo che duri tre mesi – ha spiegato il segretario del Partito democratico – per scrivere le regole del gioco e consentire al Paese di avere stabilità».

Ma per fare questo serve la collaborazione del centrodestra, che, dall’aria che tira e da come sono andate le consultazioni a palazzo Giustiniani, sembra non esserci. Di qui la sensazione di
Veltroni che si stia sciupando l’ennesima occasione. In precedenza dallo studio di Marini era passato il leader di Forza Italia Berlusconi: «La cosa migliore per il paese è andare
alle elezioni per avere un governo legittimato dal voto», ha ribadito il cavaliere. L’ipotesi di un patto elettorale con Veltroni, emersa oggi da alcune indiscrezioni di stampa? Per
Belusconi «un’utopia».

Sulla stessa lunghezza d’onda del cavaliere il leader di Alleanza nazionale Gianfranco Fini che al termine dell’incontro con Marini ha giudicato «impossibile» il mandato del
presidente del Senato.

Leggi Anche
Scrivi un commento