Marrazzo a Civita Castellana ricorda Ivan Rossi

Roma – “La targa con il nome di Ivan Rossi apposta oggi non deve diventare anonima e fredda, ma dovrà ricordare ai giovani che frequentano e che frequenteranno questa scuola il
valore assoluto della solidarietà e dell’altruismo”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo intervenendo a Civita Castellana alla cerimonia di intitolazione del Centro professionale della provincia di Viterbo ad Ivan Rossi,
il giovane animatore turistico morto a Noto il 9 giugno scorso, nel tentativo di salvare quattro turisti che rischiavano di annegare in mare.

“Ivan Rossi – ha aggiunto Marrazzo – deve rimanere un esempio per i giovani, non tanto nelle situazioni straordinarie ma nella vita di tutti i giorni. Essere solidali significa anche e
soprattutto stare vicini ai disoccupati, agli immigrati, agli amici in difficoltà. Cose semplici, per le quali non servono gesti eroici, ma che possono aiutare il prossimo a superare le
difficoltà della vita”.

Marrazzo ha infine annunciato che la Regione Lazio, attraverso i fondi per la cooperazione internazionale, sosterrà il progetto per la costruzione di un orfanotrofio in Burkina Faso,
alla quale sta lavorando l’associazione fondata dai genitori di Ivan Rossi. Alla cerimonia che ricorda il giovane eranopresenti oltre al padre Vittorio e alla madre Rita anche il presidente
della Provincia di Viterbo Alessandro Mazzoli, il sindaco del Comune di Civita Castellana Massimo Giampieri e i capigruppo regionali Ivano Peduzzi e Giuseppe Parroncini.

Leggi Anche
Scrivi un commento