Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

L’intestino sano difende da obesità e sindrome metabolica

Intestino

Se la flora intestinale funziona, l’intestino è in salute. Ed un intestino in salute agisce come arma naturale, combattendo obesità e sindrome metabolica.

Queste le conclusioni di una ricerca della Emory University (Atalanta, Georgia), diretta dal dottor Andrew Gewirtz e pubblicata da “Science”.

Il team di Gerwitz ha lavorato con cavie animali, lavorando sulla flora batterica delle creature.

I test compiuti hanno dimostrato come la flora batterica sia ereditata dai genitori, ma che si modifichi poi da alimentazione ed antibiotici.

In tale processo gioca un ruolo fondamentale il gene recettore denominato toll-like receptor 5 (TLR5). Esso ha il compito di regolare la flora intestinale; una sua carenza apre la porta a
disturbi del metabolismo e dell’appetito.

Inoltre, trasferendo da un topo all’altro la flora batterica, il ricevente acquisiva alcune caratteristiche del donatore, come maggiore appetito ed insulino-resistenza.

Dati tali risultati, gli scienziati ritengono come la sindrome metabolica possa essere provocata da fattori innati (cioè ereditata dai genitori), acquisiti (cattivo stile di vita), od
entrambi.

Conclude il dottor Gewirtz: “Si è ipotizzato che l’epidemia di obesità nel mondo sviluppato è portata da uno stile di vita sempre più sedentario e dall’abbondanza di
cibo a basso costo, ma ad alto contenuto calorico. Tuttavia, i nostri risultati suggeriscono che il consumo di calorie in eccesso non è solo il risultato di un mangiare indisciplinato,
ma che i batteri intestinali contribuiscono ai cambiamenti di appetito e di metabolismo”.

Fonte: Matam Vijay-Kumar, Jesse D. Aitken, Frederic A. Carvalho, Tyler C. Cullender, Simon Mwangi, Shanthi Srinivasan, Shanthi V. Sitaraman, Rob Knight, Ruth E. Ley, and Andrew T.
Gewirtz, “Metabolic Syndrome and Altered Gut Microbiota in Mice Lacking Toll-Like Receptor 5”, Science 2010, doi:10.1126/science.1179721

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore, la redazione e la proprietà, non
necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti
accreditate e/o aventi titolo.

Exit mobile version