Le procedure per i reclami all'Isvap

Sulla G.U. n. 126 del 30 maggio 2008 è stato pubblicato il regolamento n. 24 del 19 maggio 2008 con cui l’Isvap ha stabilito sia la procedura di presentazione dei reclami presentati
all’Istituto dalle persone fisiche e giuridiche, dalle associazioni dei consumatori e degli utenti ed in generale da soggetti portatori di interessi collettivi, nei confronti delle imprese di
assicurazione e di riassicurazione, degli intermediari e dei periti assicurativi, sia la procedura di gestione dei reclami da parte delle imprese di assicurazione.
Il Regolamento, in particolare, prevede che i reclami indirizzati all’Isvap debbano contenere:
– il nome, il cognome, il domicilio del reclamante e l’eventuale recapito telefonico;
– l’indicazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato;
– una breve descrizione del motivo di lamentela;
– la copia del reclamo presentato all’impresa di assicurazione e dell’eventuale riscontro fornito dalla stessa;
– ogni documento utile per descrivere più compiutamente le relative circostanze.
Dopo aver ricevuto il reclamo, l’Isvap avvia l’attività istruttoria e ne dà notizia al reclamante entro 90 giorni dal ricevimento del reclamo, eventualmente richiedendo anche
dati, notizie o documenti ai soggetti sui quali esercita la vigilanza, i quali forniscono riscontro entro 30 giorni dalla ricezione della richiesta.
L’Isvap, inoltre, può chiedere all’assicurazione di fornire chiarimenti sul reclamo direttamente al reclamante e l’assicurazione deve trasmettere copia della risposta all’Istituto, il
quale, se ritiene la risposta non soddisfacente, fornisce riscontro al reclamante entro 120 giorni dal ricevimento.

Regolamento Isvap n. 24 del 19 maggio 2008

Allegato

Leggi Anche
Scrivi un commento