Le comunicazioni obbligatorie per i datori di lavoro agricoli

Il Ministero del lavoro, con circolare prot. 1231 del 16 gennaio 2008, ha effettuato alcune ulteriori precisazioni in merito al nuovo sistema telematico per le comunicazioni obbligatorie, in
vigore dall’11 gennaio 2008.
Il Ministero, in particolare, ha affrontato la questione dei rapporti di lavoro agricolo, che, insieme al lavoro domestico, costituiscono un’eccezione alle disposizioni generali fissate dal
decreto interministeriale del 30 ottobre 2007.
Il Ministero ha spiegato che, durante il regime transitorio, i datori di lavoro agricolo possono godere della pluriefficacia delle comunicazioni obbligatorie se utilizzano una delle seguenti
modalità:
– inviare i modelli all’Inps mediante il sistema applicativo fornito dall’Istituto. In questo caso, la pluriefficacia della comunicazione è assicurata verso le regioni per il tramite del
nodo di coordinamento nazionale;
– inviare la comunicazione attraverso i servizi informatici regionali, accreditandosi secondo le regole definite da ciascuna regione, ovvero utilizzando l’accentramento delle comunicazioni. In
tal caso la pluriefficacia verso l’Inps è assicurata dai servizi informatici regionali per il tramite del nodo di coordinamento nazionale.
– compilare i modelli cartacei UNILAV ed inviarli ai servizi per l’impiego competenti con una modalità idonea ad attestare la data certa di trasmissione (consegna a mano con apposizione,
da parte dell’ufficio ricevente di un protocollo, fax che rilascia una ricevuta attestante la data di invio, raccomandata a/r). In questo ultimo caso, le comunicazioni non sono pluriefficaci ed
i datori di lavoro agricoli devono inviare la comunicazione anche all’INPS.
Dal 1 marzo 2008, comunque, anche i i datori di lavoro agricoli saranno soggetti all’obbligo di inviare le comunicazioni con modalità telematica per il tramite dei servizi informatici
regionali.

Ministero del Lavoro, circolare prot. 1231 del 16 gennaio 2008

Leggi Anche
Scrivi un commento