Latte: La trattativa sul prezzo sarà una partita difficile

Latte: La trattativa sul prezzo sarà una partita difficile

“La trattativa sul prezzo del latte sarà molto difficile, dopo l’uscita degli industriali del tutto fuori posto nei contenuti e nella forma contro l’unica difesa della filiera italiana che
è il made in Italy”. Lo ha detto all’ANSA il presidente dell’Aia (Associazione italiana allevatori), Nino Andena, alla manifestazione della Coldiretti a piazza Montecitorio sulle quote
latte, in vista dell’incontro che ci sarà domani pomeriggio a Milano tra produttori e industria per definire il prezzo del latte scaduto il 30 giugno scorso.     

Il presidente si riferisce all’annuncio pubblicato da Assolatte sabato scorso che, con lo slogan ‘così di uccide il made in Italy’, controbatteva alla richiesta degli allevatori di avere
un aumento del 20% rispetto ai 33,156 centesimi attuali.   

“E’ stata una sparata impropria – spiega Andena – perché l’industria dà ai produttori un reddito sommandoci l’Iva che noi certo non recuperiamo con quanto versiamo sui mangimi e
sulle macchine; è quindi un’imposta che non si può conteggiare”.

Quanto alla richiesta di avere il 20% in più, Andena risponde “c’é sempre stata una differenza di prezzo tra il mercato interno e quello europeo; mi spieghino allora perché
l’industria italiana non dice cosa percepisce sui formaggi in Italia rispetto a quello che percepiscono quelle europee; la differenza è del il 50%, ecco perché tutti i prodotti
vogliono farli passare in Italia e diventare made in Italy. Un valore aggiunto che l’industria vuole azzerare”.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento