La procedura Red (Inps e Inpdap) per le pensioni agevolate

D: Quale è la procedura per i modelli Red per la corresponsione delle pensioni agevolate?

R: Il Modello reddituale (Modello RED) è quella dichiarazione resa presso i Casf che consente all’INPS e ad altri enti previdenziali (INPDAP, IPOST) di verificare i presupposti per
corrispondere ai contribuenti che ne hanno diritto le pensioni agevolate vincolate al reddito: come le integrazioni al trattamento minimo; le maggiorazioni sociali sulle pensioni; gli assegni
di invalidità; i trattamenti di famiglia; le pensioni sociali; gli assegni sociali; le prestazioni per invalidità civile, ecc.
Alcune prestazioni sono infatti corrisposte in un importo che varia in relazione all’ammontare dei redditi posseduti dal pensionato e, in alcuni casi, dal coniuge e dai figli e per ottenere
tali prestazioni bisogna presentare alcuni documenti come la lettera inviata dall’INPS sulla quale sono indicati gli anni per i quali deve essere presentata la dichiarazione, la tipologia dei
redditi da dichiarare e se deve essere dichiarato anche il reddito del coniuge e di altri familiari.
I Caaf poi trasmettono all’Inps i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati, e aiutano questi ultimi nella compilazione dei modelli, certificando l’entità del reddito dichiarato.

La richiesta dei redditi, per i suddetti Enti avviene tramite una matricola composta dal codice fiscale del titolare della pensione e da quattordici codici alfanumerici.
I righi reddito, come lo scorso anno, sono raggruppati in a) fondamentali ovvero influenti sulle prestazioni in corso, da dichiarare pena la sospensione delle prestazioni attualmente erogate al
titolare; e b) facoltativi ovvero non influenti sulle prestazioni in corso, da dichiarare per ottenere successive prestazioni (ad es. maggiorazioni sociali) che possono maturare nel corso
dell’anno, senza presentare alcuna domanda. Tali redditi non possono essere acquisiti parzialmente e i righi reddito G1 e G2 devono essere indicati solo se
«fondamentali» per le prestazioni attualmente erogate al titolare.
Ogni anno l’Inps emana una circolare al riguardo con le istruzioni da seguire.

Leggi Anche
Scrivi un commento