Progetto Irplast per Friesland Campina: Le etichette preadesivizzate Label Tape Shrink applicate su lattine in banda stagnata

Progetto Irplast per Friesland Campina: Le etichette preadesivizzate Label Tape Shrink applicate su lattine in banda stagnata

Le etichette preadesivizzate Label Tape Shrink di Irplast per la prima volta applicate su lattine in banda stagnata: elevata tenuta, economicità di gestione, riciclabilità, gestione dei magazzini semplificata e efficienza di applicazione i principali plus.

Si tratta di una soluzione completamente innovativa e rivoluzionaria per contenitori in banda stagnata, in grado di garantire la perfetta adesione dell’etichetta al contenitore anche in presenza di importanti sbalzi termici e condizioni di stoccaggio non ottimali. Un accordo destinato a fare da traino per tutto il comparto del labelling su lattine.

Oltre 300 milioni i pezzi che Irplast produrrà per Friesland Campina nel corso dell’anno. Partner esclusivo del progetto il leader mondiale delle etichettatrici P.E. LABELLERS, pioniere insieme ad Irplast nell’etichettatura di lattine in banda stagnata.

etichettatrice ADHESLEEVE® di PE LABELLERS

etichettatrice ADHESLEEVE® di PE LABELLERS

Come nasce il progetto Irplast per Friesland Campina?

Questo accordo – ha dichiarato Fausto Cosi, amministratore delegato di Irplast – nasce dalla determinazione di Irplast nel cercare continuamente soluzioni efficaci per le esigenze sempre in evoluzione del packaging. Oggi, con questa nuova applicazione, Irplast ha non solo colmato un vuoto funzionale del settore, ma ha generato altri importanti vantaggi: economici (risparmio energetico e azzeramento dei resi per etichettatura difettosa), ambientali (completa riciclabilità delle etichette e delle lattine senza costi aggiuntive per l’eliminazione di residui di colla dal contenitore), di ottimizzazione della logistica e legali (lettura inalterata dei contenuti informativi). Siamo orgogliosi della fiducia che un leader internazionale del settore food & beverage come Friesland Campina ha voluto riporre in noi, premiando il nostro know-how e la tecnologia italiana. Ci auguriamo che la nostra soluzione possa fare da traino per tutto il settore“.

Che ruolo ha avuto l’esperienza di Irplast nel settore del labelling?

“Nella ricerca di questa soluzione – ha aggiunto Luca de Bartolo, direttore operativo di Irplast – hanno avuto un ruolo determinante la grande esperienza di Irplast nella gestione dell’adesivo e delle sue potenzialità e il rapporto di fiducia con P.E. LABELLERS. Siamo molto soddisfatti di essere stati capaci di innovare in un momento di crisi e di avere fatto un salto di qualità, migliorando l’efficienza dei processi produttivi e delle soluzioni”.

Quali sono i principali vantaggi della etichettatura di una lattina in banda stagnata con un’etichetta in polipropilene?

Logo Irplast

Logo Irplast

L’etichetta Label Tape Shrink – ideale per sistemi e soluzioni di imballaggio per bevande, liquidi alimentari e detergenti – andando a sostituire le tradizionali etichette in carta pre-tagliate, consente una notevole velocizzazione del processo di etichettatura ed una semplificazione della gestione dei magazzini consentendo di superare il problema dell’”impaccamento” delle risme di etichette, piuttosto che il danneggiamento dovuto ad una scarsa cura nel maneggiarle. La personalizzazione del contenitore mediante l’applicazione di etichette anziché mediante serigrafia, consente lo stoccaggio di contenitori anonimi e tutti uguali semplificando la gestione dei magazzini, limitando la movimentazione alle bobine di etichette. Le in polipropilene inoltre, a differenza di quelle in carta, presentano il vantaggio di non essere deteriorabili dagli agenti atmosferici e dagli sbalzi termici, preservando la corretta lettura dei contenuti informativi riportati sull’etichetta.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento