Influenza A – Linee guida in Friuli Venezia Giulia

Influenza A – Linee guida in Friuli Venezia Giulia

Trieste – Al fine di garantire la massima efficacia alle direttive ministeriali in tema di influenza A H1N1, la Direzione Salute e Protezione Sociale del Friuli Venezia Giulia ha
provveduto a stabilire le linee guida da seguirsi nella campagna di vaccinazioni che partirà entro il giorno 9 novembre.

In un incontro è stato definito che le categorie da vaccinare sono:

  • operatori delle strutture pubbliche e private del SSR
  • personale convenzionato (Medici di medicina generale, Pediatri di libera scelta, Medici di continuità assistenziale (guardia medica), Specialisti)
  • operatori delle strutture residenziali e semiresidenziali per anziani, disabili, tossicodipendenti
  • operatori delle farmacie pubbliche e private
  • donne in gravidanza al secondo e terzo trimestre
  • bambini con fattori di rischio tra i 6 mesi e 17 anni
  • adulti con fattori di rischio di età inferiore ai 65 anni

Le dosi disponibili attualmente sono 29.750, di cui 12.600 in flaconi multidose (da 10) e 17.150 in siringhe monodose, riservate prioritariamente a bambini e donne incinte. Altre 22.000
disponibili saranno disponibili a metà novembre.

Le vaccinazioni verranno effettuate presso le Direzioni ospedaliere per gli  operatori delle strutture pubbliche del Servizio sanitario regionale.

I  Dipartimenti di prevenzione si occuperanno invece di vaccinare gli operatori delle strutture private del SSR; il personale convenzionato (medici di famiglia, pediatri, guardia medica,
specialisti); gli operatori delle strutture residenziali e semiresidenziali per anziani, disabili, tossicodipendenti; gli operatori delle farmacie pubbliche e private; donne incinte al secondo
e terzo trimestre; bambini con fattori di rischio tra i 6 mesi e 17 anni; adulti con fattori di rischio di età inferiore ai 65 anni.

In base alla attuale disponibilità dei vaccini (29.750 dosi) si garantisce la immediata somministrazione  del vaccino a operatori  delle strutture pubbliche e private del SSR;
personale convenzionato; operatori delle strutture residenziali e semiresidenziali per anziani, disabili, tossicodipendenti; operatori delle farmacie pubbliche e private; gravide al secondo e
terzo trimestre; bambini con fattori di rischio tra i 6 mesi e 17 anni.

All’arrivo della seconda tranche di vaccini (22.000 dosi), prevista per metà novembre, verranno vaccinati gli adulti con fattori di rischio di età inferiore ai 65 anni.

La Direzione ha inoltre provveduto ad istituire una Unità di crisi, che verrà dotata di un sito web e di un numero verde, con il compito di provvedere anche all’organizzazione di
punti informativi sul territorio regionale.

 

regione.fvg.it

Leggi Anche
Scrivi un commento