In provincia di Pavia, ladri fanno razzia di angurie e meloni

In provincia di Pavia, ladri fanno razzia di angurie e meloni

Una volta c’erano i furti di galline. Adesso arrivano i ladri di angurie e meloni. Come quelli che – spiega la Coldiretti Lombardia – nelle ultime due
settimane hanno saccheggiato i terreni della cascina e agriturismo Ca’ del Fant a Campo Spinoso, fra Broni e il Ponte della Becca, in provincia di Pavia.

“Si sono portati via una sessantina di angurie e altrettanti meloni – racconta Tania Vanetta, la titolare dell’azienda agricola – l’area si trova a
fianco di una strada di campagna facilmente raggiungibile. Noi giriamo per controllare, ma non c’è stato nulla da fare. In quindici giorni mi hanno fatto fuori tutta la produzione. Di
solito le raccoglievo e le vendevo fino a settembre, mentre adesso non me ne è rimasta più neppure una. E anche i meloni, che erano dolcissimi, sono stati rubati. Sono riuscita ad
assaggiarne uno, ma il resto è sparito”.

I ladri – spiega la Coldiretti Lombardia – hanno raccolto anche le angurie acerbe e sono tornati in 4 o 5 occasioni fino a quando non sono riusciti a rubare tutto. “Non abbiamo potuto fare
nulla – racconta Tania Vanetta – ogni volta c’era sempre meno prodotto, fino a quando non è rimasto più nulla. Anche perché l’anguria non è un frutto che puoi
raccogliere prima e far maturare in casa. La devi prendere quando è matura. Mentre loro hanno preso tutto quello che gli capitava sotto mano”.

Per evitare che anche i peperoni facessero la stessa fine di angurie e meloni, Tania Vanetta e suo marito li hanno raccolti e messi al sicuro. “Alcuni vicini mi hanno detto che dai loro campi
sono spariti anche l’aglio e le insalate – conclude l’imprenditrice pavese – sembra che siamo tornati indietro di 50 anni quando si rubava la roba da mangiare”.

http://www.lombardia.coldiretti.it

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento