Il vino adulterato è l'ennesimo scandalo alimentare a danno dei consumatori

Il Codacons annuncia oggi l’intenzione di costituirsi parte civile per la vicenda del vino adulterato, «ancora una volta ci troviamo di fronte ad un gravissimo scandalo alimentare che
danneggia i consumatori e mina seriamente la credibilità del made in Italy – afferma il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Da una parte ci sarebbero milioni di bottiglie di vino
contaminato da concime, sostanze cancerogene, acqua, zucchero e addirittura acido muriatico, dall’altra una frode alimentare che coinvolge il famigerato Brunello di Montalcino, con diverse
aziende accusate di aver violato il disciplinare che impone quali uve utilizzare».

«In ogni caso a rimetterci sono, come sempre, i consumatori finali – conclude Rienzi – in difesa dei quali ci costituiremo parte civile contro i responsabili dello scandalo, chiedendo un
maxi-risarcimento danni».

Leggi Anche
Scrivi un commento