Il ribelle Massimo Fini ospite del Caffè Invernale

Il ribelle Massimo Fini ospite del Caffè Invernale

«Il ribelle» Massimo Fini ospite sabato 28 marzo del Caffè della Versiliana promosso dalla Fondazione La Versiliana (www.laversilianafestival.it) in collaborazione con il
Comune di Pietrasanta e la Banca del Credito Cooperativo della Versilia e della Lunigiana (inizio ore 17,15. Ingresso gratuito).

Il direttore politico del mensile «La Voce del Ribelle» e fondatore del movimento culturale e politico «Movimento Zero» presenta nel Chiostro di S. Agostino a Pietrasanta
(LU) «Ragazzo. Storia di una vecchiaia», analisi spietata, senza infingimenti, senza autoillusioni, senza autoinganni sulla vecchiaia. Ad intervistarlo Romano Battaglia e il Direttore
del quotidiano «La Nazione», Giuseppe Mascambruno per la prima volta ospite del Caffè.

Giornalista «indipendente» autore di «Il vizio oscuro dell’Occidente», «Sudditi» e de «Il Ribelle dalla A alla Z», libro-testamento che racchiude
tutta la sua lucida analisi e visione «anti-moderna» dei nostri tempi, lotta da trent’anni contro gli stereotipi e le drammatiche mistificazioni della Modernità. Fini è
un anti-moderno, oltre che anti-conformista, e dice no a chiare lettere al capitalismo come al marxismo, all’industrialismo, alle oligarchie economiche e politiche, alle democrazie
rappresentative e alla globalizzazione. Mentre dice si al diritto personale di poter decidere di non riconoscersi più parte ad uno Stato. Posizioni che ha espresso in quello che è
stato ribattezzato il manifesto dell’anti-modernità del Movimento Zero.

«Posizioni estreme che ne hanno fatto di Fini un Don Chisciotte contemporaneo che ha avuto il torto, agli inizi della sua carriera di giornalista – come lui stesso racconta nel suo sito
http://www.massimofini.it – di rifiutare, ostinatamente, cocciutamente, infeudamenti a partiti, fazioni, correnti, lobbies e di non accettare sottomissioni umilianti». Fini non è né
di destra, né di sinistra. E’ semplicemente un anticonformista. Un uomo che dice quello che pensa senza pensare a chi offenderà e chi invece lo applaudirà. E’ un libero
pensatore. E proprio per questo scomodo alla destra, come alla sinistra.

Prossimo ed ultimo incontro con il Caffè invernale sabato 4 aprile (ore 18. Chiostro S. Agostino) con Umberto Veronesi e il Presidente della Fondazione La Versiliana e del Festival
Pucciniano, Massimiliano Simoni.

Le puntate del Caffè sono trasmesse sull’emittente 50 Canale la domenica sera alle 21 sull’emittente sul canale satellitare 897.

Leggi Anche
Scrivi un commento