Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

Il Ponte Meier non c’è ancora ma la voragine di via Zucchi è sempre più grande

Alessandria, sabato 24 ottobre 2015

Cara Sindaco di Alessandria Rita Rossa,
la informiamo che in via Zucchi, -strada comunale percorsa con disagio da persone, auto, mezzi pesanti di Corrieri e imprese- all’altezza del numero civico 8, da almeno cinque anni c’è un pericolo che potrebbe rivelarsi fatale per bambini, anziani e comuni cittadini.

Forse Lei non è neppure al corrente di come l’Ufficio Tecnico del Comune, che Lei amministra, stia gestendo la questione. Non crede che, essendo una situazione di pericolo,  sarebbe meglio risolvere prima il problema e poi cercare le responsabilità?

Sono passati cinque anni ma non si è risolto nulla. Era una buca (oggi sono tre che interessano il 50% della carreggiata) e sotto alla fragile crosta di asfalto, potrebbe esserci una vera voragine che potrebbe inghiottire anche un’automobile. Oltre ai disagi, prima o poi qualcuno potrebbe farsi male.
In attesa dei lavori i topi (da fogna) ballano indisturbati.

NOTA
(Questa lettera aperta viene anche depositata presso il Comando dei Carabinieri, affinchè anche la Magistratura sia informata in via ufficiale, e inviata alla ASL, in quanto dalle fogne aperte potrebbero derivare malattie, epidemie… estremamente pericolose per la salute dei cittadini.)

Di chi la colpa?
Via Zucchi è una strada privata?  No, è comunale, in pieno centro urbano.

 

voragine via zucchi

Di chi è la competenza per la manutenzione ordinaria e straordinaria?

Secondo la logica del multi-bistrattato cittadino, dovrebbe essere del Comune di Alessandria… invece sembrerebbe di NO.
Il problema che da anni si trascina è la presenza di una vera e propria voragine all’altezza del n° civico 8 … una buca di almeno 60 cm di diametro, un’altra di 30 cm e una terza di 15 cm (ma sotto la crosta d’asfalto la cavità è molto più grande e profonda 2-3 mt) più volte tamponata nel 2011, ai tempi del Sindaco Fabbio, con qualche carrettata di rottame e qualche badilata di catrame come coperchio.
Si è appurato che la tubazione di scarico delle acque bianche e nere è stata rotta diversi anni fa da chi ha fatto gli scavi lungo la strada -comunale- (in tempi diversi, con le scavatrici sono stati fatti lavori per la posa di tubazioni e linee per tutti gli utenti della via Zucchi (Gas, luce, telefono, internet…).

Particolare angolo muro interno della casa a pochi metri dalla voragine

Secondo il regolamento comunale di Alessandria, i lavori di riparazione sono di competenza del proprietario dell’abitazione dal quale deriva la tubatura di scarico, anche se il danno è stato fatto da una o più imprese terze che hanno operato, lungo tutta la via, su autorizzazione comunale (si spera) per conto di Enel, Amag, Telecom o quant’altro e non per conto del proprietario dell’immobile del civico 8.

Particolare angolo muro esterno della casa a pochi metri dalla voragine

Il proprietario, ben certo di non essere la causa, diretta o indiretta, della rottura del tubo fognario, -oltre a subire un considerevole danno per umidità e muffa ai muri della sua casa di abitazione, non è disponibile ad effettuare anche i relativi lavori di riparazione che, secondo una stima tecnica, ammonterebbero a diverse migliaia di Euro.

Secondo il nostro modesto parere, se la strada è del Comune anche la competenza di ripristino è del Comune che pertanto deve effettuare con urgenza i lavori necessari per mettere in sicurezza la carreggiata stradale e salvaguardare la salute dei cittadini impedendo la fuoriuscita dei cattovi odori e dei topi dalla fogna.
In un secondo tempo si andranno a cercare le responsabilità e si addebiteranno le relative spese.
In caso di contenzioso, sarà il Tribunale che dovrà stabilire le responsabilità dei danni e a chi addebitare i relativi costi dei lavori di ripristino effettuati.

(A titolo di cronaca, alleghiamo i due articoli gia pubblicati nel 2011, che hanno portato ad un intervento immediato d’urgenza dell’ex Sindaco Fabbio ma purtroppo  non sono poi seguiti i lavori alla radice del problema, la tubatura rotta dalle scavatrici)

 

26 Luglio 2011 

Alessandria, Piercarlo Fabbio: un Sindaco sprint al servizio dei cittadini

Un Sindaco che ascolta ed agisce. Risolto in poche ore il problema della voragine in via Zucchi. Qualcuno dirà che ha fatto solo il suo dovere, va bene. Però lo ha fatto ed in fretta.

Lettera aperta di ringraziamento al Sindaco Piercarlo Fabbio

Alessandria, Martedì 26 luglio 2011

Ieri pomeriggio, alle ore 18,06 abbiamo pubblicato una lettera aperta al Sindaco Piercarlo Fabbio e l’abbiamo subito segnalata alla sua email di contatto con i suoi concittadini.

Ogni settimana invia una sua news letter “Il Fabbio”, dove in genere fa un sunto e commenta gli avvenimenti della settimana ed annuncia i successivi.

Chi vuole può scrivere alla sua email: piercarlo.fabbio@tin.it

Nella lettera si lamentava il disinteresse dell’Ufficio Tecnico del Comune, nonostante il grave pericolo incombente, per le persone e per le auto in transito, a causa di una piccola voragine in mezzo alla strada.

Alle ore 19,58 il Sindaco ci risponde via email e conferma il suo interessamento.

Dopo cena qualcuno ha notato un signore che si aggirava in via Zucchi, proprio vicino alla piccola voragine semi-coperta da una tavola di legno. Questo qualcuno giura che fosse il sig. Sindaco.
Stamattina è arrivato un camiocino con due operai e un bel mucchio di catrame col quale in poche ore hanno turato il grosso buco e risolto il problema, da mesi in attesa di
soluzione.

Non è certamente una sistemazione definitiva poichè  è probabile che si riformi ancora il vuoto. Perlomeno non sussiste più il pericolo per i bambini di cascarci dentro.

Alle 16,23 di oggi, riceviamo un’altra email dove il Sindaco ci conferma il suo sopralluogo della sera precedente e della riparazione effettuata al manto stradale ma ci avverte che il problema potrebbe essere stato causato da un allacciamento privato alla rete fognaria: attenderemo il responso dei tecnici, ma in tutta tranquillità.

Grazie Sig. Sindaco, grazie per il pronto intervento.

Giuseppe Danielli
e gli abitanti di via Zucchi

25 Luglio 2011 
Alessandria, Piercarlo Fabbio: Ponte Meier e buche nelle strade, entrambi meritano la stessa attenzione

Buca in via Zucchi – luglio 2011

Lettera al Sindaco.
Il Sindaco si dà da fare con le grandi opere e con la cultura ma occorre anche risolvere i problemi quotidiani della città.
(Ci perviene questa lettera, provvediamo a pubblicarla e ad inoltrarla al Sindaco Percarlo Fabbio, con la speranza di un suo pronto intervento)

Alessandria, 25 luglio 2011
Caro Sig. Sindaco, apprendiamo con piacere che nei giorni scorsi Lei ha raccontato la storia del Beato Guglielmo Zucchi ma forse non sa che gli abitanti di Via Zucchi (è una piccola stradina che dall’inizio di via Tonso va verso la ferrovia, in Pista) non sono per nulla beati.
Da un momento all’altro, una piccola ed insignificante voragine  (è ciò che pensa l’Ufficio Tecnico del Comune di Alessandria, visto la solerzia con la quale risponde alle richieste) potrebbe inghiottire un bambino. Non stiamo esagerando, visto la dimensione.
A protezione e per evitare che le ruote delle automobili, moto e biciclette, ci caschino dentro,  è stato messo un asse di legno.
Lo sappiamo, il problema che riscontriamo, confrontato con l’immondizia di Napoli è un’inezia…
Lei mi dirà:-” E’ stato fatto un esposto scritto?”.
No,  non lo abbiamo fatto; e neppure abbiamo scritto ai pompieri quella volta che ha preso fuoco un’auto: è bastata una telefonata.
Il problema esiste da oltre un anno.
In realtà, per ben due volte gli operai del Comune sono intervenuti ed hanno provveduto a “turare” il buco con un badile ed una manciata di catrame.
Dei loro capi, nemmeno l’ombra.
Ora sono mesi che il buco si è riaperto: la bocca è di circa 30 cm ma sotto l’asfalto si allarga e si ingrandisce sempre di più.
Sig. Sindaco, la prego, lo faccia per i nostri bambini. Sempre che non siano già in ferie, chieda per favore ai suoi Generali dell’Ufficio Tecnico di venire a fare un sopralluogo in via Guglielmo Zucchi, all’altezza del n°8.
La ringraziamo per l’attenzione e confidiamo in un intervento  prima del 2013, anno in cui dovrebbe essere finito il Ponte Meier.
Vedrà, l’intervento costerà molto molto meno dei 14 milioni di Euro del ponte.
Giuseppe (a nome degli abitanti di via Zucchi)
Lettera firmata

————                      ————–                         —————–

Redazione Newsfood.com contatti