Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

Il Parlamento interviene sulla vicenda delle navi dei veleni

Scorie radiattive

“E’ positivo l’intervento del Parlamento nella vicenda delle navi dei veleni per chiedere al Governo di impegnarsi per recuperare il relitto pieno di rifiuti radioattivi a largo delle coste
calabresi. Si tratta di una questione delicata che investe tutta la nazione e che ha bisogno di risorse adeguate, impegno e attenzione affinché non possa, di nuovo, cadere nel
dimenticatoio”.

Dopo la mozione presentata oggi alla Camera dagli Onorevoli Realacci, Granata, Barbareschi e Mariani, Legambiente torna sulla vicenda dei traffici internazionali di rifiuti tossici e pericolosi
che ha visto, con il ritrovamento a largo di Cetraro della motonave Cunsky, confermare quanto denunciato sin dagli anni Novanta dall’associazione.

“E’ positivo che il Parlamento sia intervenuto in questa vicenda – ha dichiarato il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza -. Per questo abbiamo anche voluto scrivere alle
più alte cariche dello Stato per chiedere un impegno forte e tutto il sostegno necessario alle Procure che indagano sui traffici illeciti di rifiuti e gli affondamenti sospetti che
riguardano evidentemente molti paesi e in particolar modo il Mediterraneo e le nostre coste”. 

Nel corso degli ultimi 15 anni infatti, si è assistito a periodiche cadute di attenzione verso la vicenda degli affondamenti sospetti. “Non vorremmo – scrive Cogliati Dezza agli Onorevoli
Fini e Schifani – che anche in questa circostanza, passata la ribalta mediatica, l’attenzione si sopisse. La verità va cercata con impegno, coinvolgendo possibilmente anche enti attivi
sullo scenario internazionale, chiedendo il contributo della comunità scientifica per venire realmente a capo di una situazione grave e pericolosa per la salute e il futuro delle persone e
dell’ambiente”.