Festa della Legalità, il programma e i protagonisti

Toscana, 14 Dicembre 2007 – Un’intera giornata per mettere a confronto protagonisti, idee, esperienze sul terreno della cultura della legalità e della lotta alla
criminalità, ma poi anche una sera di autentica festa, con la musica e le esibizioni di tanti artisti che si sono messi gratuitamente a disposizione, oltre che con la possibilità
di degustare gli alimenti prodotti dalle cooperative nei terreni confiscati alla mafia.

Come già l’anno scorso, la Festa della Legalità organizzata dalla Regione Toscana si concluderà con uno spettacolo a ingresso libero, negli spazi del Padiglione Cavaniglia
alla Fortezza da Basso. “Da parte mia non posso che esprimere un sincero sentimento di gratitudine nei confronti di questi artisti, che hanno deciso di sostenere in questo modo la Festa della
Legalità – sottolinea il vicepresidente della Regione Federico Gelli – È la dimostrazione che la battaglia contro le mafie e per la legalità è sentita e condivisa
anche nel mondo della musica e dello spettacolo e che proprio da questo mondo possono partire messaggi importanti».

Sul palco si succederanno, tra gli altri, la Bandabardò (che ritorna dopo il concerto dello scorso anno), i Funk Off, la Bandao, e la Toscana Jazz Ensemble, quintetto formato da Stefano
Cantini (sax), Federico Bertelli (armonica), Alessandro Fabbri (batteria), Mauro Grossi (piano), Raffaello Pareti (contrabbasso).
Un quintetto, quest’ultimo, che si è costituito proprio per questa occasione, in una prima assoluta che riunisce alcuni dei migliori jazzisti della scena italiana, musicisti che possono
vantare esibizioni con i più noti artisti mondiali, da Lee Konitz a Paul Metheny (e tra loro, in effetti, c’è anche l’insegnante di Stefano Bollani).
Sono previste anche le installazioni video di Domenico Fargnoli e la partecipazione straordinaria di Marco Columbro. Presenteranno gli attori e conduttori Daniela Morozzi e Gianfranco Monti.

Paolo Ciampi

Leggi Anche
Scrivi un commento