Decontribuzione per erogazioni da contratti di secondo livello e lavoro straordinario

D: Volevo conoscere il regime contributivo previsto per le erogazioni derivanti da contratti collettivi aziendali e territoriali, o di secondo livello e se per contributo aggiuntivo sul
lavoro straordinario per le imprese con più di 15 dipendenti deve essere ancora corrisposto all’INPS.

R: Con la Circolare 1 marzo 2008, n. 30 l’Inps ha chiarito che anche nel settore agricolo non trova più applicazione dal 1 gennaio 2008 il regime contributivo previsto per le erogazioni
derivanti da contratti collettivi aziendali e territoriali, o di secondo livello in quanto i relativi importi sono ormai ricompresi nella base imponibile e sono soggetti ai contributi ordinari.

L’inps ha evidenziato però che le aziende hanno titolo a una sgravio la cui fruizione è demandata all’emanazione di un decreto ministeriale.
L’Inps ha ricordato che dal 1 gennaio 2008 è stato soppresso il contributo aggiuntivo sul lavoro straordinario e che le imprese con più di 15 dipendenti non devono più
pagare all’INPS il contributo aggiuntivo 5% sulle somme eccedenti lo straordinario individuale fino a 40 ore settimanali.
Pertanto, da gennaio 2008, le aziende non devono più compilare nel quadro C del Mod. DMAGUNICO i campi denominati «contributo di solidarietà legge n.
135/1997» e «straordinario legge n. 549/1995».

Leggi Anche
Scrivi un commento