Dalla viticoltura toscana due novità

Dalla viticoltura toscana due novità

Partiamo dalla Costa a sud di Livorno: per gli amanti delle cantine il Consorzio La Strada del Vino e dell’Olio Costa degli Etruschi ora c’è la possibilità, utilizzando il
sito internet http://www.lastradadelvino.com, di fare un proprio itinerario per le visite guidate e non alle cantine locali. 

Di recente è entrato in funzione un blog che consente non solo di conoscere il tipo di produzione che viene fatto in ciascuna delle 150 aziende che fanno parte del Consorzio, ma anche di
sapere dove sono ubicate geograficamente, come raggiungerle, le giornate di accesso e la possibilità di prenotare l’ora e il giorno della visita.

Le visite, calendariezzate, saranno anche un’occasione per apprezzare i prodotti tipici locali abbinando magari nel programma l’esplorazione (vedi l’oasi di Bolgheri) del territorio, i siti
archeologici, e le bellezze naturali come la pineta che si estende fino a lambire, quasi, il mare.

Per la comunità locale l’iniziativa, così organizzata, non mancherà di portare delle risorse economiche necessarie per un suo armonioso sviluppo. Se poi il tutto coincide
con la spremitura dell’olio d’oliva o di particolari operazioni che hanno luogo nelle cantine la visita viene ad avere anche un risvolto culturale importante e particolare.

L’altra notizia riguarda sia la birra artigianale toscana come una nuova bevanda denominata Dea Madre che utilizzando i caratelli contenenti la madre del vin santo toscano (65 Lune, 4
Grappoli, Bibenda 2011) permette di ottenere, immettendo una birra speciale, questo prodotto innovativo, destinato a incontrare il favore delle nuove leve. Per realizzarlo si sono messe assieme
la Fattoria Bini di Empoli e la Cerullo produttrice della Birra Amiata.

Le birre artigianali create sono la Toscana Garage Beer prodotta tra l’altro con malto d’orzo locale e frumento e la Bastarda Rossa, a detta degli intenditori tra le migliori al mondo.

Informazioni: 

Consorzio Costa degli Etruschi – Tel 0565 749705
Fattoria Bini – Tel. 0571 74285

Bruno Breschi.
Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento