Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

Crescimbeni (Inpdap) condivide pienamente i principi della riforma Brunetta

Pubblica Amministrazione e burocrazia

“La riforma e’ totalmente condivisibile, basata sui principi di merito dei dirigenti, della premialita’ e della responsabilita’”.
E’ questo il commento che il commissario straordinario dell’Inpdap, Paolo Crescimbeni ha rilasciato a margine di un convegno sulla riforma Brunetta.
“Altro lato altamente positivo – ha aggiunto – e’ della professionalita’ e della managerialita’: il nuovo dirigente dev’essere una persona che si mette in gioco, e che non deve avere indecisioni.
Il dirigente del terzo millennio non parla burocratese e se ce ne fosse bisogno si metterebbe anche allo sportello”.
Dalla riforma, Crescimbeni si aspetta una pubblica amministrazione piu’ snella, piu’ agile e piu’ efficiente.
“Ma come si dice dalle mie parti, le idee camminano sulle gambe degli uomini: quello che mi preoccupa e’ la fase attuativa”. In merito alle obiezioni di chi accusa la riforma Brunetta di essere
causa di depressione e demotivazione, Crescimbeni risponde che “la depressione e’ un male diffuso e non nuovo nella pubblica amministrazione. Brunetta ha colto uno stato di malessere esistente e
lo ha descritto, forse, in modo enfatico e colorito come gli e’ proprio nel suo linguaggio. Ma non mi si dica che questa carenza motivazionale nasca da sei mesi a questa parte”.

Exit mobile version