Confagricoltura Milano – Lodi: Calano i carburanti, ma non c’è alcun vantaggio per gli imprenditori agricoli

 

E’ periodo di grande utilizzo di carburanti nelle aziende agricole del milanese e del lodigiano: gli essiccatoi iniziano a lavorare a pieno ritmo ma nessun agricoltore vede i
vantaggi del calo del prezzo del greggio.

“Eppure – dice Mario Vigo, Presidente di Confagricoltura Milano e Lodi – stiamo assistendo ad un costante e continuo calo del prezzo – da oltre 147 – 150 a poco più di 100
-110 dollari al barile – ed anche se gli ultimi assestamenti sono al rialzo, per il consumatore – in questo caso l’imprenditore agricolo – i vantaggi sono solo
una chimera”.

“Sono logiche – dice ancora Vigo – che non si riescono a comprendere e che si portano dietro una serie di interrogativi ai quali gli imprenditori agricoli non riescono e non
possono rispondere. La logica vorrebbe che, a fronte di un calo così vistoso, vi fosse direttamente una diminuzione del prezzo. Eppure così non è ed i
consumatori –in questo caso gli imprenditori agricoli – si ritrovano puntualmente a dover sborsare cifre importanti per poter proseguire nella quotidiana attività delle
proprie aziende”.

Leggi Anche
Scrivi un commento