Comunicazioni obbligatorie on line: le indicazioni della Fondazione Studi

La Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, con circolare n. 2 del 14 gennaio 2008, ha fornito le prime indicazioni sul nuovo sistema per le comunicazioni obbligatorie on line, che è
entrato in vigore (non senza qualche difficoltà) lo scorso 11 gennaio.
Da tale data, infatti, i datori di lavoro privati, gli enti pubblici economici, le pubbliche amministrazioni, le agenzie di somministrazione e gli intermediari devono effettuare le
comunicazioni di assunzione, variazione e cessazione dei rapporti di lavoro con modalità telematica ed i soggetti abilitati alla trasmissione on line sono:
– i consulenti del lavoro,
– gli avvocati ed i procuratori legali, i dottori commercialisti e gli esperti contabili
– le associazioni di categoria delle imprese considerate artigiane e delle piccole imprese, anche in forma cooperativa, che abbiano affidato l’esecuzione secondo quanto previsto dal citato
articolo 1, comma 4 della legge n. 12/1979;
– le associazioni di categoria delle imprese agricole;
– le associazioni di categoria dei datori di lavoro;
– le agenzie per il lavoro;
– i soggetti promotori dei tirocini.
Non sono abilitati, invece, i Centri Elaborazione Dati.
L’obbligo alle comunicazioni telematiche scatterà in via definitiva il prossimo 1 marzo: fino a tale data, invece, si potrà scegliere tra modalità cartacea (mediante il
nuovo modulo unico) e invio on line. L’unica eccezione all’invio telematico è rappresentata dai datori di lavoro domestico che, anche dopo il 1 marzo, potranno effettuare le
comunicazioni con modalità diverse purché idonee a documentare la data certa di trasmissione. I datori di lavoro del settore agricolo, invece, dovranno continuare ad inviare la
comunicazione secondo le modalità indicate nella circolare INPS n. 80 del 27 aprile 2007 e messaggio n. 846/2008.

Moduli – I moduli in uso fino al 10 gennaio per le comunicazione obbligatorie non hanno più valore e sono stati introdotti
– 15 modelli, specifici per tipologia di comunicazione, per coloro che nel periodo transitorio continuano ad effettuare le comunicazioni con modalità cartacea;
– 4 modelli per coloro che si avvarranno dell’invio telematico, indipendentemente dal sistema informativo utilizzato (regionale o transitorio messo a disposizione dal Ministero del lavoro):
“Unificato – Lav Unificato Lav” (per le comunicazioni obbligatorie dei datori di lavoro privati compresi quelli agricoli, gli enti pubblici economici e le pubbliche amministrazioni); “Unificato
Somm” (per le comunicazioni obbligatorie delle agenzie di somministrazione); “Unificato Urg” (per le comunicazioni di assunzione effettuate in casi di urgenza connessa ad esigenze produttive);
“Unificato VARDatori” (per la comunicazione di variazione della ragione sociale, del trasferimento d’azienda o di ramo di essa).

Trasmissione telematica – Le comunicazioni telematiche devono essere trasmesse con i servizi informatici messi a disposizione dalle Regioni e, per le Regioni che non hanno ancora
predisposto il proprio sistema informatico, è possibile utilizzare il sistema informatico predisposto dal Ministero del Lavoro.
In fase di avvio del nuovo sistema, però, sono state riscontrate alcune difficoltà e malfunzionamenti nei sistemi informatici di alcune regioni e la Fondazione ha ribadito che, in
questi casi, la comunicazione del rapporto di lavoro deve essere realizzato mediante l’utilizzo dei nuovi modelli cartacei fino al termine della fase transitoria (29 febbraio).

Accreditamento – I soggetti abilitati alla trasmissione delle comunicazioni devono registrarsi ed acquisire le necessarie password per accedere ai sistemi informatici secondo le
modalità indicate da ciascuna Regione e Provincia Autonoma.

Accentramento delle comunicazioni – Può essere richiesto dai consulenti del lavoro e dagli altri professionisti indicati dalla legge 12/1979, dalle agenzie di somministrazione e
dai datori di lavoro che operano in più regioni. Per ottenere l’accentramento gli interessati devono darne preventiva comunicazione al Ministero del lavoro e della previdenza sociale
specificando il servizio informatico regionale prescelto ed il Ministero pubblicherà l’elenco completo dei soggetti che usufruiscono di questa opportunità in un’apposita sezione
del sito.

Fondazione Studi Consulenti del Lavoro, circolare n. 2 del 14 gennaio 2008
Scarica il documento completo in formato .Pdf

I moduli
Accreditamento: Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Modelli Unificati
Unificato LAV
Assunzione
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Proroga
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Trasformazione
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Cessazione
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Lavoro domestico
Assunzione

Scarica il documento completo in formato .Pdf

Proroga
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Trasformazione
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Cessazione
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Unificato SOMM
Assunzione

Scarica il documento completo in formato .Pdf

Proroga
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Trasformazione
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Cessazione
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Unificato URG
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Unificato VARDATORI
Variazione della Ragione Sociale

Scarica il documento completo in formato .Pdf

Trasferimento
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Leggi Anche
Scrivi un commento