Come conoscere e analizzare il Microbioma, il nostro patrimonio genetico

Come conoscere e analizzare il Microbioma, il nostro patrimonio genetico

Andrea ci racconta la sua esperienza personale. Conoscere quale è la condizione del nostro microbioma intestinale è importante per poterlo migliorare con adeguati comportamenti alimentari e di vita quotidiana, meglio se con l’aiuto di un buon nutrizionista. 

Il Microbioma: un patrimonio genetico che si può analizzare con un test a casa

Negli ultimi anni si sente sempre più parlare del microbiota, del microbioma e degli impatti che ha sulla nostra salute. Tra il 2000 e il 2017 gli studi con test clinici sul microbiota sono stati 2.100 con l’Europa all’avanguardia seguita dagli Stati Uniti e Cina, questo evidenzia che la comunità scientifica vede nel microbiota un elemento chiave per cercare risposte alle malattie moderne.

Differenza tra Microbiota e Microbioma

Il microbiota viene definito dagli scienziati come: la popolazione di specie e comunità di microorganismi, funghi e microbi che vivono in simbiosi, in un ambiente specifico.

Invece il microbioma è la totalita`del patrimonio genetico che il microbiota sta esprimendo in un determinato momento.

La maggior conoscenza di come le nostre scelte alimentari e il nostro stile di vita influenzano il microbiota sta aprendo infinite possibilità nella nutrizione e nella medicina. Il microbiota intestinale viene studiato per capire che modifiche apportano, i cibi e l’ interazione dei microbi con essi, che possono inibire o favorire l’ assorbimento di nutrienti. Anche se non esistente un profilo di microbiota ideale, per essere in salute ci deve essere un equilibrio microbico per permettere di ottimizzare funzioni metaboliche autoimmuni e prevenire patologie.

Ci sono anche studi che analizzano il ruolo del microbioma in trattamenti di immunoterapia e chemioterapia per il cancro che hanno osservato una maggior efficacia della risposta terapeutica in alcune composizioni di microbiota intestinali.

Microbioma Italiano Evo: test fai da te

Oggi sul mercato esitono test di sequenziamento genomico che analizzano il microbioma e che sono in grado di fornire un analisi microbica e un quadro generale sulla eubiosi (equilibrio) o dysbiosi intestinale. Dopo aver fatto un test come Microbioma Italiano Evo una persona può affidarsi ad un professionista come un nutrizionista o un medico ed iniziare un percorso di terapia mirato a ristabilire uno stato di equilibrio microbico.

Infatti le specie microbiche possono essere modificate in breve tempo non solo con la dieta, ma anche con esercizio fisico o digiuni alimentari. Il progetto Microbioma Italiano nato nel 2015 ha come missione la raccolta di una banca dati del microbioma della popolazione italiana per poter individuare correlazioni tra la flora intestinale e poter fare una comparazione tra i soggetti sani e quelli malati.


Io ho ordinato il kit di Microbioma Italiano Evo , ho fatto il test a casa e tra qualche settimana avro`un report di analisi dal laboratorio BMR Genomics.

Spero che queste informazioni possano essere utili a persone che soffrono di patologie croniche da anni.

 

By Andrea Scappini
Exclusively
for Newsfood.com
© Riproduzione Riservata


Andrea Scappini è un ricercatore di verita`con una passione per la nutrizione. Dopo aver scoperto di essere affetto da malattie Autoimmuni ha cambiato la sua dieta e migliorato notevolmente la sua salute. Ha vissuto negli Stati Uniti per 16 anni e si e` laureato alla Florida International University in Business Administration. Nel tempo libero posta su https://www.facebook.com/andrea.paleo.it/ notizie scientifiche su dieta e cibo.


 

 

Microbiota umano e flora intestinale

La flora intestinale fa parte del microbiota umano, ma non è la sola componente.
Vedi
Human microbiota su en.wikipedia.

Il microbiota umano (informalmente detta flora intestinale) è l’insieme di microorganismi simbiontici che convivono con l’organismo umano senza danneggiarlo.

Il termine flora intestinale non è infatti del tutto corretto in quanto si tratta prevalentemente di batteri mentre il termine flora evoca piuttosto il regno vegetale nel quale, nei tempi passati, erano classificati i batteri; aggiungendo che non si tratta soltanto di microbiota intestinali, ma egualmente anche gastrici, ed altri (bocca, gola, etc..), anche il termine umano è preferibile a intestinale per descrivere più fedelmente la natura simbiontica del microbiota. Per essere ancora più precisi, con microbiota si intende l’insieme di microrganismi vero e proprio, mentre con il termine microbioma si fa riferimento al patrimonio genetico del microbiota.

Il microbiota umano è un buon esempio di mutualismo: cooperazione tra differenti tipologie di organismi che apporta un vantaggio ad ognuna di esse. (leggi tutto)

 

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento