Cnipa e Alto Commissario siglano l'accordo anticontraffazione

L’Alto Commissario per la lotta alla contraffazione, Giovanni Kessler ed il presidente del Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione, Fabio Pistella, hanno siglato
l’accordo di collaborazione per inasprire la lotta alla contraffazione, che genera forti perdite per le imprese e lo Stato.
Come ha spiegato Kessler, l’intesa ‘sancisce la volontà comune di affrontare un fenomeno sempre più aggressivo con il supporto di strumenti altamente tecnologici che riteniamo
ormai indispensabili per raggiungere questo obiettivo’.
L’accordo, infatti, prevede lo sviluppo di procedure automatizzate per l’implementazione della banca dati che raccoglie, monitora ed analizza le informazioni relative alla contraffazione e
punta a razionalizzare le basi dati e delle procedure di rilevazione delle Amministrazioni pubbliche impegnate nella lotta alla contraffazione per evitare duplicazioni, anche attraverso
l’interconnessione tra i sistemi informativi.
Verrà dato, inoltre, un supporto tecnico-specialistico per la valutazione dei progetti che consentano di sviluppare e ampliare l’impiego di nuove tecnologie nella prevenzione,
monitoraggio e repressione dei fenomeni di contraffazione.
In questo modo sarà possibile garantire una maggiore validità alla raccolta ed alle analisi dei dati e, conseguentemente, sarà impostata una strategia di prevenzione
migliore e più efficace.
‘L’informatica ormai pervade tutta la PA con banche dati e trasmissione celere di informazioni, elementi indispensabili nella lotta alla contraffazione dove il tempo ha un valore’, ha
commentato Pastella, aggiungendo che ‘si agisce non solo per il rispetto della legge, ma anche a favore del sistema produttivo’: ‘Sappiamo tutti quanto abbia rilievo la lotta alla
contraffazione per un Paese che, come l’Italia, vive di marchi e di qualità e di presenza nazionale’, ha concluso Pastella.

Leggi Anche
Scrivi un commento