Certificati di frequenza ai corsi di formazione Inail per addetti e RSPP

D: Perché per i certificati di frequenza ai corsi di formazione per gli addetti e i responsabili dei servizi di prevenzione e protezione rilasciati dall’INAIL, è dovuta
l’imposta di bollo e non si beneficia dell’esenzione stabilita dall’articolo 16 della Tabella, allegato B, del Dpr 642/1972?

R: L’Agenzia delle Entrate, con la Risoluzione del 29 aprile 2008, n. 179/E ha stabilito che per i certificati di frequenza ai corsi di formazione per gli addetti e i responsabili dei servizi
di prevenzione e protezione rilasciati dall’INAIL, deve essere assolta l’imposta di bollo fin dall’origine e per ogni foglio, nella misura di 14,62 euro.

L’imposta deve essere assolta dall’Inail che, in quanto ente pubblico non economico, non può beneficiare dell’esenzione disposta per le Amministrazioni dello Stato. Infatti tale
esenzione è stabilita dall’articolo 16 della Tabella, allegato B, del Dpr 642/1972.
C’è da aggiungere poi che, nei rapporti con la PA, l’imposta di bollo è sempre a carico dell’altra parte e, quindi, in caso di atti e certificati rilasciati per corsi di
formazione erogati a dipendenti statali, su richiesta della propria Amministrazione, è l’Inail che deve pagare il tributo in questione.

Leggi Anche
Scrivi un commento