Castrocaro Terme (FC): Olio di Oliva Superstar – A Terra del Sole giornata a tutt’Olio di Oliva

 

Domenica 23 novembre 2008 presso il Palazzo dei Commissari (Piazza D’Armi) in Terra del Sole si svolgerà l’interessante Convegno sul «Progetto di
Valorizzazione dell’Olivo e dell’Olio»

Alle ore 10,00 la manifestazione sarà aperta dal saluto delle autorità : Francesca Metri, Sindaco del Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole; Mauro Cacciaguerra
Assessore Attività Produttive; Enzo Amadori Presidente ProLoco Terra del Sole , Franco Spada Presidente ARPO Associazione Regionale Produttori Olivicoli

Saranno quindi svolti tre interventi tematici

Alessandro Bombardini (Consulta Permanente Agricoltura Comune) tratterà «La vocazione storica, paesaggistica, gastronomica nel territorio Comunale per la coltura
dell’olivo» 

Erio Sbaragli (Servizio Agricoltura Provincia di Forlì-Cesena) si soffermerà su «Olivicoltura in Romagna»

Annalisa Rotondi (IBIMET CNR Bologna) parlerà dei primi risultati della «Selezione dei quattro genotipi autoctoni del territorio comunale» – Si
informerà infine il pubblico presente sugli esiti del bando assegnazione piantine

Dopo il dibattito , alle ore 12,00 Gianluca Bagnara (Assessore alle Politiche Agroalimentari della Provincia di Forlì-Cesena) trarrà le conclusioni
dell’evento, accompagnate da una riflessione sulle prospettive della filiera

Pomeriggio di Sagra dell’Olio e dei Sapori

Durante la manifestazione sarà possibile assistere alla macina delle olive grazie ad un antico frantoio appositamente posizionato in Piazza d’Armi dal Gruppo Culturale
«Il Plaustro».

Ore 12,00 Apertura Stand gastronomici nel caratteristica «Taberna» presso il Palazzo dei Commissari – degustazione gratuita dell’olio novello.

Promozione e degustazione dell’olio e delle eccellenze tipiche dei produttori della Romagna-Toscana.
Sale Museali – Palazzo dei Commissari
Esposizione di attrezzature agricole di un tempo
«Ieri per necessità oggi per curiosità» 
Esposizione dinamica di modellini in legno riproducenti antichi strumenti di lavoro agricolo
Piazza d’Armi e Palazzo dei Commissari allestite dal «Plaustro» Gruppo Culturale Romagnolo
Mostra scambio di attrezzi e manufatti del passato contadino ed esposizione di varietà e pregiati cultivar di olivi

Ore 21,00 Chiusura Sagra

Perché Olivo&Olio nel Comune di Castrocaro Terme e Terra del Sole

Calanchi e terreni fertili, torrenti e valli, filari di cipressi e siepi sempre verdi, arbusti fiorenti e ulivi secolari quali espressioni delle bellezze paesaggistiche della
Romagna-Toscana.

La presenza della pianta d’olivo ha radici molto lontane risalenti all’età villanoviana e in epoca romana il suo frutto era tenuto in grande considerazione tanto per
l’uso alimentare quanto per la cosmesi. Le fonti archivistiche dell’alto Medioevo e quelle successive documentano la coltivazione dell’olivo in forme quasi intensive
nel territorio comunale di Castrocaro Terme e Terra del Sole, unitamente alla presenza di strutture di trasformazione produttiva.

La «Pratica Agraria» nella documentazione settecentesca contiene note precise sulla preparazione dei terreni e sulle cure dell’olivo sul nostro territorio.

Il dopoguerra e le gelate successive degli anni 1956-1985 e 1996 hanno portato ad una progressiva scomparsa dell’olivo dal territorio Comunale.

Solo recentemente, grazie al recupero di vecchie piante ed a nuovi impianti, si sono recuperate in minima parte le superfici olivicole scomparse o abbandonate nel recente passato.

Tutti le suddette prove ed argomentazione invitano nella prosecuzione e promozione del programma denominato «Progetto di Valorizzazione dell’Olivo e dell’Olio»
volto ad individuare un percorso di qualità per la selezione di un olio esclusivo, autoctono e di qualità eccellente che conferisca al territorio locale tanto un prodotto
concorrenziale, quanto un ulteriore elemento di promozione turistica ed enogastronomica.

Alla luce degli argomenti proposti nel presente Convegno, si deve sottolineare senza dubbi di sorta la convenienza dell’olivicoltura nel nostro territorio al fine di stimolare le
diverse competenze per lo sviluppo del economico, agricolo e turistico del territorio.

E’ quindi necessaria la creazione di un programma volto alla reintroduzione dell’olivo da realizzarsi specificamente attraverso il recupero delle risorse genetiche autoctone dello
stesso territorio.

Durante tutta la manifestazione sarà possibile degustare l’olio novello e pranzare nella caratteristica «Taberna» del Palazzo dei Commissari di Terra
del Sole.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento