Caro gasolio: Liberiagricoltori e autotrasportatori in rivolta anche in Alta Murgia e nel Metapontino

Caro gasolio: Liberiagricoltori e autotrasportatori in rivolta anche in Alta Murgia e nel Metapontino

Caro gasolio: Liberiagricoltori e autotrasportatori in rivolta anche in Alta Murgia e nel Metapontino

 

Protesta per caro gasolio schizzato a 160% di aumento -Sul piede di guerra  Liberiagricoltori e autotrasportatori dell’Alta Murgia e del  Metapontino  

 

                                     

Giovanni Mercadante

Anche l’Associazione Meridionale Cerealisti di Altamura lamenta il disagio causato dagli autotrasportatori, il cui Presidente Nunzio Panaro il 23 febbraio 2022 ha inviato una nota al Prefetto di Bari chiedendo di porre in essere  ogni  opportuna iniziativa  finalizzata al ripristino delle operazione di carico/scarico delle merci per approvvigionare le industrie molitorie.

Il Presidente di Asso Frutta Italia n, Andrea Badursi,  con un suo comunicato invita le Autorità istituzionali a “scongiurare la paralisi dell’ortofrutta che crollerebbe nel baratro,  e allo stesso tempo offrire sostegno alle richieste del settore trasporti piegato dagli aumenti del gasolio” .

Andrea Badursi

Come OP con sede in Basilicata e in rappresentanza di oltre 300 aziende agricole associate, molte delle quali lucane, continua il comunicato stampa – chiediamo interventi urgenti e indifferibili anche da parte della Regione Basilicata affinché faccia quanto di sua competenza per contribuire alla ripresa regolare dei trasporti nell’immediato e proponga misure di lungo termine che evitino il ripetersi di situazioni come quella che si sta vivendo in queste ore. Infatti, nel Metapontino ci sono proteste in corso con conseguenti rallentamenti e paralisi dei traffici commerciali”.

Dal 19 febbraio 2022 gli autotrasportatori e gli agricoltori sono sul piede di guerra per il caro gasolio, il cui prezzo alla pompa oggi è schizzato a € 1,05 contro € 0,50 degli altri paesi europei.  Le accise  che gravano su questo bene vitale per entrambe le categorie hanno praticamente reso ingestibili le loro attività. 

Domenico Viscanti secondo da destra

Tutti i governi nazionali che finora si sono avvicendati negli ultimi 20 anni hanno sempre rimandato le rivendicazioni degli agricoltori e degli autotrasportatori, i quali purtroppo hanno subito le conseguenze stringendo sempre più le spalle perché non c’è nessun sindacato che li tuteli.

autotrasportatori

Il caro gasolio negli ultimi giorni si è ovviamente spalmato sulle altre categorie e beni di  prima necessità: ortofrutta e alimentari, le cui conseguenze stanno ricadendo a pioggia su tutto il Paese. Una catena senza fine. 

 

Senza dimenticare il gas e l’energia elettrica i cui prezzi sono aumentati rispettivamente del 130% e del 97%.

 

Giovanni Mercadante
Newsfood.com
Nutrimento & nutriMENTE

=============================================

giovanni-mercadante-giornalista

Giovanni Mercadante
Corrispondente da Altamura per Newsfood.com
Altamura, capitale dell’Alta Murgia Barese

Redazione Newsfood.com

 

 

==========================================

Redazione Newsfood.com
Contatti

Leggi Anche
Scrivi un commento